Kiss, Gene Simmons accusa U2 e Rolling Stones di disonestà

In una intervista rilasciata recentemente al portale australiano News.com.au, Gene Simmons è andato giù pesante su alcuni colleghi, in particolare U2 e Rolling Stones, accusandoli di ricorrere frequentemente, durante i loro concerti, all’uso di basi pre-registrate:

Ho un problema se spendo 100 dollari per vedere un concerto e l’artista utilizza delle basi pre-registrate. È come una questione di ingredienti nel cibo: se il primo ingrediente riportato sull’etichetta risulta essere, ad esempio, lo zucchero, siamo in un ambito di trasparenza e onestà. Dovrebbe essere così anche per i biglietti dei concerti: invece paghi 100 dollari e il 30/50% del concerto si svolge con basi pre-registrate su cui qualche volta si canta e qualche volta si fa solo finta. Siamo onesti: non è una questione di basi, è una questione di disonestà.
Non c’è nessuno con un sintetizzatore sul nostro palco, non ci sono samples sulla batteria, non c’è niente di tutto questo. Sono poche le band che si comportano, oggi, in questo modo: AC/DC, Metallica, noi. Non posso dire lo stesso degli U2 o dei Rolling Stones. Sono ormai davvero poche le band che non ricorrono all’uso delle basi.

Scroll To Top