Slayer, diventano documentario prodotto dalla Smithsonian

Correlati

Gli Slayer diventano documentario grazie al riconoscimento da parte dello Smithsonian Institution, istituto di istruzione e ricerca amministrato dal governo degli Stati Uniti.
Slayer: the origins of thrash in San Francisco” è il titolo del documentario della durata di sei minuti circa, una storia in pillola per dirla tutta. Breve, ma intenso. Sei minuti per raccontare la storia della thrash band californiana sin dagli esordi, ovvero quando Tom Araya incontrò Kerry King e così via fino ai giorni d’oggi.

Intanto, è atteso per settembre il nuovo album degli Slayer dal titolo “Repentless“. Si tratta del primo lavoro con la Nuclear Blast Records. L’album è prodotto da Terry Date e e scritto e registrato dal chitarrista Kerry King e dal bassista/cantante Tom Araya negli Henson Studios di Los Angeles, insieme al ritrovato Paul Bostaph alla batteria e Gary Holt alla chitarra.

Sotto il documentario “Slayer: the origins of thrash in San Francisco

Scroll To Top