Il Sncci contro la cancellazione dei Grandi Festival a Roma

Pubblichiamo l’appello del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) a proposito della cancellazione del progetto I Grandi Festival a Roma, conseguenza dei tagli voluti dalla giunta comunale e che hanno fortemente compromesso il classico svolgimento dell’Estate Romana.

Sugli stessi temi, il 17 giugno si è tenuta a Roma una manifestazione voluta da Agis-Anec Lazio, che invitavano a partecipare «tutte le realtà dello spettacolo, i lavoratori, e tutti coloro che hanno a cuore il futuro dell’Estate Romana e della vita culturale cittadina».

Il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) ritiene un fatto molto grave ed estremamente negativo la cancellazione del progetto I Grandi Festival a Roma, occasione unica per gli appassionati di vedere e scoprire film e autori altrimenti invisibili, selezionati e lanciati in qualificati festival internazionali come Cannes, Pesaro, Locarno e Venezia.

La manifestazione rappresentava un appuntamento di grande rilevanza culturale, uno dei pochi in grado di contribuire realmente alla formazione del pubblico con proposte di riconosciuta qualità. Appare perciò incomprensibile lo scarso punteggio che la commissione di esperti incaricata dal Comune di Roma di monitorare le iniziative da sostenere con denaro pubblico abbia assegnato a I grandi Festival a Roma.

Ribadendo il proprio rincrescimento, il SNCCI ritiene sorprendente e inspiegabile che altre manifestazioni, pur utili, ma sicuramente meno interessanti sotto il profilo culturale e certamente meno rischiose e coraggiose, abbiano ottenuto punteggi più alti. Questa considerazione induce a ritenere evidentemente errati i criteri di valutazione utilizzati.

Fonte: SNCCI

Scroll To Top