Sotto Il Vestito Niente.L’Ultima Sfilata: Al via le riprese

Sono iniziate ieri (lunedì 13 settembre) a Stoccolma le riprese di “Sotto Il Vestito Niente. L’Ultima Sfilata” il nuovo thriller di Enrico e Carlo Vanzina che a 25 anni di distanza dal successo di “Sotto Il Vestito Niente” tornano a raccontare il dietro le quinte del patinato mondo della moda milanese tra intrighi di sesso, cocaina e sangue. Protagonisti del film sono Francesco Montanari, Vanessa Hessler, Richard E. Grant, Alexandra Burman, Giselda Volodi, Virginie Marsan, Paolo Seganti, Claudine Wilde, Ernesto Mahieux.

Scritto da Carlo ed Enrico Vanzina con Franco Ferrini “Sotto Il Vestito Niente. L’Ultima Sfilata” inizia con il defilé del famoso stilista Federico Marinoni (Richard E. Grant) e con il pubblico che va in visibilio per Alexandra (Alexandra Burman), la splendida top model legata da anni alla griffe del grande sarto. Per lei quella sfilata trionfale sarà una consacrazione ma purtroppo anche l’ultima! Poche ore dopo, infatti, mentre sta andando a festeggiare con amici, Alexandra viene travolta da un pirata della strada che dopo averla uccisa scappa via senza soccorrerla, dileguandosi nella notte. A indagare sul caso è l’ispettore Vincenzo Malerba (Francesco Montanari). A lui la storia dell’incidente non convince. È sicuro che dietro alla morte di Alexandra ci sia una mano assassina. Appena inizierà le indagini la sua tesi sarà subito confermata da una serie di omicidi efferati che si susseguiranno fino al colpo di scena finale.

Top Secret sul finale del film. Sono previsti due finali diversi che Vanzina girerà appositamente per depistare gli stessi attori e troupe del film.

Le riprese si svolgeranno in Svezia, prima a Stoccolma e poi a Fjallbacka (a nord di Goteborg), poi in Svizzera (Davos), Cernobbio (Lago di Como), Milano e poi Roma dove termineranno il 31 ottobre. Il film è prodotto da Medusa e International Video 80 e uscirà nelle sale il prossimo anno.

Queste le dichiarazioni dei registi: «Dopo tante commedie abbiamo pensato di riprendere il genere “thriller” che tante soddisfazioni ci diede allora.
Da molti anni ormai in Italia non si realizzano più “thriller”. Eppure nella lista dei generi più graditi dal pubblico, il “thriller” è al primo posto. Insieme a Franco Ferrini abbiamo inventato un meccanismo “giallo” molto intrigante, pieno di suspense e colpi di scena. Emozionare il pubblico facendolo ridere è bellissimo, ma anche tenerlo incollato alla poltrona con il fiato sospeso. D’altronde per noi fare cinema è “intrattenimento” e in questo thriller e commedia si assomigliano».

Scroll To Top