SPECTRE, i produttori negano di aver ricevuto denaro illecito dal Messico

Secondo quanto riportato dal sito Taxanalysts.com, la produzione di “SPECTRE” avrebbe ricevuto 20 milioni di dollari dal Messico allo scopo di far apportare alcune modifiche alla sceneggiatura e presentare così il Paese, dove in questi giorni sono in corso delle riprese, sotto una luce migliore.

Il produttore Michael G. Wilson, durante una conferenza stampa, ha negato qualunque pratica scorretta in queste forme di finanziamento che oltretutto non coinvolgerebbero affatto il Governo: «Riceviamo incentivi dovunque andiamo. A volte sono sgravi fiscali, a volte sostegni di altro tipo. Nel caso del Messico, alcune compagnie private si sono unite per promuovere il turismo nel Paese». In più, secondo Wilson, la sceneggiatura non avrebbe subìto alcuna modifica.

“SPECTRE”, diretto da Sam Mendes dopo il successo di “Skyfall”, è il 24esimo film dedicato alle avventure dell’agente 007.

Del cast fanno parte Daniel Craig (per la quarta volta nel ruolo di James Bond), Ralph Fiennes (M), Ben Whishaw (Q), Naomie Harris (Moneypenny), Rory Kinnear (Tanner), Christoph Waltz (Oberhauser), Léa Seydoux (Madeleine Swann), Monica Bellucci (Lucia Sciarra), Dave Bautista (Mr. Hinx) e Andrew Scott (Denbigh).

Una parte delle riprese di “SPECTRE” si è svolta anche a Roma.

Fonte: Taxanalysts.com / The Hollywood Reporter

Scroll To Top