St. Vincent: nuovo disco il 25 febbraio!

Da mercoledì 11 dicembre l’album omonimo di St. Vincent può essere preordinato su http://www.ilovestvincent.com in diversi formati, inclusi CD, LP, e un’edizione limitata con 7″ (gold triangle) che include “Birth In Reverse” e “Digital Witness.” Per tutti i preordini subito il download di “Birth In Reverse,” ascoltabile in streaming qui: http://youtu.be/0c5BhXdVBqw

Gli 11 brani del nuovo album mostrano Annie Clark più sicura e avvincente che mai, con le chitarre elettriche aggressive e gli eterei arrangiamenti vocali che si uniscono ai sintetizzatori per dominano una sezione ritmica contagiosa e irrefrenabile.

“Sapevo che il groove era fondamentale per questo disco”, dice Annie Clark dell’album che ha composto e lungamente provato ad Austin prima di andare a registrarlo in studio a Dallas. Per seguire la parte ritmica ha arruolato il batterista dei The Dap-Kings, Homer Steinweiss, e l’assiduo collaboratore McKenzie Smith dei Midlake, mentre per la produzione è tornata a John Congleton, per portare il potenziale sonoro che avevano appena iniziato a sprigionare con ‘Strange Mercy’ in territorio inesplorato. “Volevo fare un party album che si può suonare a un funerale.”

Il risultato è il più avvincente lavoro di Annie Clark fino ad ora. “Bring Me Your Loves” è una follia delirante, ma anche brani meno frenetici come “Severed Crossed Fingers” portano la sua inconfondibile firma, una miscela di bello e surreale. Al centro di tutta la sua musica, però, si trovano grandi domande su ciò che significa essere umani e il modo in cui cerchiamo di trovare un significato nelle nostre vite. “Regret” la cattura in un momento di grande vulnerabilità, mentre “I Prefer Your Love” potrebbe essere la più pura espressione di affetto che abbia mai scritto. “Digital Witness” affronta l’identità nell’era di Instagram, con Annie Clark che canta: “Se non posso mostrarlo / Se non riesci a vedermi / Qual è il punto di fare qualcosa?”

L’album segue l’ultima pubblicazione solista, ‘Strange Mercy’ del 2011, indicato come “uno degli album migliori dell’anno” dal New York Times e “un disco da ammirare” da Pitchfork. Il nuovo album “St. Vincent” consolida Annie Clark come una delle più creative e straordinarie chitarriste della sua generazione, dopo che nel 2012 ha collaborato con David Byrne all’acclamato “Love This Giant”.

Ecco la tracklist:

1. Rattlesnake
2. Birth In Reverse
3. Prince Johnny
4. Huey Newton
5. Digital Witness
6. I Prefer Your Love
7. Regret
8. Bring Me Your Loves
9. Psychopath
10. Every Tear Disappears
11. Severed Crossed Fingers

Scroll To Top