Star Wars – Carrie Fisher a Daisy Ridley: “Non essere una schiava come me”

Noi siamo già coscienti che, qualsiasi sia il verdetto su “Star Wars – Episodio VII: Il Risveglio della Forza”, si tratterà comunque di un fenomeno cinematografico, ma questo significa anche che sarà fondamentale per le carriere di tutti gli emergenti coinvolti. Soprattutto per John Boyega e Daisy Ridley.

 

Lo sa bene Carrie Fisher che deve proprio alla sua iconica principessa Leia una fama che sembra non tramontare mai. Insieme a Mark Hamil aka Luke Skywalker, e Harrison Ford/Han Solo, la Fisher accompagna il nuovo cast  sul set della nuova trilogia (beh, almeno del primo capitolo), e l’attrice ha particolari raccomandazioni per la giovane fanciulla che idealmente è sua erede in queste nuove avventure.

 

La rivista Interview Magazine ha pubblicato una divertente conversazione tra le due, ecco alcuni stralci: ad un certo punto Fisher ha offerto alla Ridley un consiglio, subito prima di una festa del cast, alla vigilia delle riprese.

 

forceawakens5-xlargeRidley: “Cioè, non so cosa sta per arrivare. I giornalisti chiedono se abbiamo ricevuto un qualsiasi consiglio da parte vostra.Ma non l’avete fatto, tranne…”

Fisher: “Aspetta! Dici che non l’ho fatto? You Fucker! Eravamo a quella prima festa, quella cosa orrida alla quale arrivavo in ritardo…”

Ridley: “Ed hai parlato di stalker?”

Fisher: “Dissi ‘fan’,non ‘Stalker’! I Fan sono fantastici.

Ridley: “Ah sì, ne ho discusso”.

Fisher: “La questione dei fan è incredibile! C’è un’ampia gamma. Che altro ho detto?”

Ridley: “Ricordo che hai detto che quando ti fai foto con la gente riesci a sentire il loro cuore che batte forte, e ciò li umanizza”.

Fisher: “Aw. Ho anche detto che è difficile uscire con qualcuno quando sei una star di Star Wars perché non vuoi dare alla gente la possibilità di dire ‘Ho fatto sesso con la Principessa Leia’”

Ridley (ride): “Adesso ricordo”.

Fisher: “Ah! Credevo di averti scioccato!” (ridono entrambe)

Ridley: “Qualcuno mi ha chiesto se mi sia più facile avere appuntamenti adesso col fatto che lavoro nel film. E io ho fatto tipo..’Ma che cavolo   ?!!’”
Fisher: “Che domanda stupida”.

 

In un altro momento della conversazione si è parlato dello status di Sex Symbol della Fisher nel passato, e l’attrice ha insistito con la giovane collega che non dovesse seguire le sue orme:

star-wars-episode-7-spoilers-daisy-ridley-s-rey-proud-papa-han-solo-diasy-ridley-s-r-421871Fisher: “Oh, ci saranno persone che fantasticano su di te! Ti metterà a disagio, credo”.

Ridley: “Sì, un po’”.

Fisher: “Te lo hanno già chiesto?”

Ridley: “No, parlano sempre del fatto che tu eri un sex symbol, e di come mi sento al riguardo.”

Fisher: (sospira) Ascolta Non sono un sex symbol, quella è l’opinione di qualcuno. Non la condivido”

Ridley: “Non credo che quella sia la…”

Fisher: “Parola giusta? Beh, dovresti lottare per il tuo costume. Non essere una schiava come sono stata io”.

Ridley: “Ok, combatterò”

Fisher: “Non smetterai di combattere contro il costume da schiava”

Ridley: “Lo farò”

Se Carrie Fisher non avesse indossato il famigerato costume, la cultura popolare e ancora di più le fantasie di taaante menti avrebbero ora una fisionomia completamente differente. Ma è anche vero che viviamo in un’epoca in cui si diventa più consapevoli del sessimo che inficia tanti settori della vita, compreso il cinema, e c’è da sperare (credere?) che l’eroina interpretata da Daisy Ridley non avrà problemi ad essere ricordata come un personaggio volitivo che renderà orgogliose le donne di tutte le galassie.

rotj_fisher


Fonte: Collider

 

Scroll To Top