Star Wars: Rogue One — Resurrezione digitale per Grand Moff Tarkin?

Correlati

Il Daily Mail riporta che Peter Cushing, che interpretò Grand Moff Tarkin in “Guerre Stellari”, verrà resuscitato digitalmente per lo spin-off Rogue One. Cushing morì nel 1994, per un cancro alla prostata.

In questo primo film dell’Anthology, vedremo un gruppo di combattenti della resistenza che lavorano insieme per rubare i piani della Death Star. della cui costruzione Tarkin era   un personaggio fondamentale… quindi èdel tutto possibile che la Industrial Light & Magic possa operare una magia digitale.

Un informatore avrebbe detto al Mail: “Questa è una delle creazioni più complesse e costose della storia della CGI. Cushing ha una storyline cruciale in questa vicenda, è colui che creò Darth Vader e ne verrà fuori tutta una storia nascosta”. Se così fosse, allora dobbiamo aspettarci anche un ritorno di Darth vader stesso, ma indossare un costume e La Maschera sarebbe difficile.

C’è indubbiamente qualcosa di vagamente macabro in operazioni come queste. Senza contare che l’autenticità della performance sarebbe inesistente, perché avremmo a che fare con il prodotto dell’animazione digitale, e non con la persona vera e propria. Comprensibili dunque le riserve di alcuni. Dell’opinione dei familiari al riguardo non si sa ancora nulla.

Lucasfilm

Lucasfilm

Volendo essere puntigliosi, il personaggio di Tarkin è già riapparso, dopo  la morte di Cushing, nell’universo Star Wars: in “Star Wars Rebels”, dove però si parla di cartone animato. E dunque lì saremmo stati privati al massimo dell’autenticità di una performance vocale… riprodurre, o meglio, creare ex novo la mimesi sarebbe un passo ulteriore di troppo?

“Star Wars: Rogue One” arriverà nei cinema il 16 dicembre 2016, e nel cast compaiono Felicity Jones, Riz Ahmed, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Forest Whitaker, Donnie Yen, Jiang Wen, Mads Mikkelsen, e Alan Tudyk.

Disney

Disney

Fonte: Collider

Scroll To Top