Sufjan Stevens: Ritorniamo nerd, ma ben orchestrati

Sufjan Stevens se la sta prendendo comoda. In molti ricorderanno la promessa ridanciana-ma-non-troppo secondo la quale avrebbe composto un album per ognuno degli Stati Uniti. Non c’è da aspettarsi un terzo Stato entro il futuro prossimo, ma il 6 ottobre di quest’anno uscirà “Run Rabbit Run”.
L’album è una rivisitazione del secondo lavoro di Stevens, “Enjoy Your Rabbit”, che era una collezione di pezzi strumentali di un’elettronica introversa e un poco oscura basata sullo Zodiaco Cinese.

Questa volta, lo Zodiaco Cinese secondo Sufjan Stevens si arricchisce della collaborazione di un quartetto d’archi chiamato Osso (lo stesso che collaborò all’album di Stevens sull’Illinois e a “Bring Me The Workhorse” di My Brightest Diamond) e di arrangiamenti di «giovani compositori».

Qui di seguito, la tracklist, affiancata dai nomi dei «giovani compositori».

1. Year of the Ox (arr. Michael Atkinson)
2. Enjoy Your Rabbit (arr. Michael Atkinson)
3. Year of the Monkey (arr. Michael Atkinson)
4. Year of the Tiger (arr. Rob Moose)
5. Year of the Dragon (arr. Nico Muhly)
6. Year of the Snake (arr. Olivier Manchon)
7. Year of the Horse (arr. Rob Moose)
8. Year of the Sheep (arr. Maxim Moston)
9. Year of the Rat (arr. Olivier Manchon)
10. Year of the Rooster (arr. Gabriel Kahane)
11. Year of the Dog (arr. Rob Moose)
12. Year of the Boar (arr. Michael Atkinson)
13. Year of Our Lord (arr. Michael Atkinson)

Fonte: Asthmatic Kitty

URL Fonte: http://asthmatickitty.com/run-rabbit-run

Scroll To Top