Sundance Film Festival 2015, i film in concorso

Il Sundance Film Festival 2015 (dal 22 gennaio al 1 febbraio a Park City, Utah) ha svelato i titoli in concorso nelle sezioni U.S. Dramatic Competition (riservata ai film statunitensi), U.S. Documentary Competition (per i documentari), World Cinema Dramatic Competition (lungometraggi da tutti il mondo), World Cinema Documentary Competition (documentari internazionali), e i titoli presenti nella sezione non competitiva Next. In totale, 118 film di cui 103 anteprime mondiali.

Vedremo «drammi e commedie, film di genere e documentari, lavori sperimentali e cortometraggi», commenta il direttore del Festival John Cooper.

E Robert Redford, presidente e fondatore del Sundance Institute che dal 1981 cura la manifestazione, aggiunge: «Il cinema indipendente proposto dal Sundance riflette lo stato della nostra cultura e dell’epoca in cui viviamo. Storie che hanno non solo il potere di ispirare il pubblico ma anche quello di parlare al nostro senso condiviso di umanità».

Il responsabile della programmazione Trevor Groth fa poi notare come quest’anno siano presenti «più commedie del solito», da “Results” di Andrew Bujalski con Guy Pearce e Cobie Smulders a “The Bronze” di Bryan Buckley con Melissa Rauch (la Bernadette di “The Big Bang Theory”).

Nella selezione internazionale troviamo anche un film italiano: “Cloro” (titolo originale “Chlorine”) di Lamberto Sanfelice con Sara Serraiocco (era in “Salvo” di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza), Ivan Franek, Giorgio Colangeli, Anatol Sassi, Piera Degli Esposti e Andrea Vergoni.

Citiamo poi “Glassland” (dell’irlandese Gerard Barrett con Jack Reynor, Toni Collette, Will Poulter e Michael Smiley; i documentari “Dreamcatcher” di Kim Longinotto, “The Russian Woodpecker” di Chad Gracia (sul disastro nucleare di Chernobyl) e “Sembene!” di Samba Gadjigo e Jason Silverman (sul regista senegalese Ousmane Sembene).

Nella sezione Next attira infine la nostra attenzione il nuovo film di Sebastián Silva, “Nasty Baby” (nella foto), dove recita lo stesso regista a fianco di Kristen Wiig, Tunde Adebimpe, Reg E. Cathey, Mark Margolis e Denis O’Hare. Silva, cileno, ha diretto la commedia grottesca “La vida me mata” (2007, alla Mostra di Pesaro l’anno scorso per la retrospettiva sul Cile) “Affetti e dispetti - La nana” (2009), e il thriller psicologico “Magic Magic” (alla Quinzaine di Cannes 2013, con Juno Temple, Michael Cera, Emily Browning e Catalina Sandino Moreno).

L’elenco completo è disponibile su sundance.org | Fonte: Variety

Scroll To Top