Têtes De Bois: Appuntamento a Roma col Palco a Pedali

Sabato 5 ottobre, i pedali di 300 biciclette faranno suonare gli strumenti e illumineranno il PALCO A PEDALI dei TETES DE BOIS.
Il Palco a pedali dei Tetes De Bois entra nel Palazzo dei Congressi, per un’iniziativa molto speciale, con un doppio significato; uno legato alla coscienza, quella sostenibile, quella fatta di migliaia di chilometri percorsi in bicicletta da Andrea Satta & Soci per l’Italia, per portare storie, testimonianze, sensibilità, canzoni; uno legato ai fili del ricordo. Di Margherita Hack, indimenticabile astrofisica che fino alla fine della sua lunga e appassionata esistenza ha percorso con la sua bici molti chilometri tra la sua Trieste e il mondo. Indimenticabile la sua partecipazione nel video “Alfonsina e la bici”, in cui la Hack interpreta la donna che passerà alla storia per essere stata la prima donna ciclista negli anni venti, in una galleria di ricordi dentro un’officina.

La cornice è quella del Maker Faire di Roma, la prima fiera dell’innovazione europea, (5-6 ottobre a Palazzo dei Congressi dell’EUR) Il 5 ottobre, dalle 15:00 alle 19:00, andrà dunque in scena un pomeriggio in cui giornalisti, musicisti, attori, porteranno il proprio contributo leggendo delle pagine tratte dal libro “La mia vita in bicicletta” di Margherita Hack. Ma ci saranno anche racconti, aneddoti, canzoni. Per ricordare una donna, una scienziata, una ciclista praticante. Gli interventi vedranno l’avvicendarsi di ADRIANO BONO, PAOLO BELLINO, GISELLE MARTINO, MARCO FIORAMANTI, PINO MARINO, MASSIMO PASQUINI, JERRY MASTRODOMENICO, FRANCESCA FORNARIO, MARIO TOZZI, GIUSEPPE CEDERNA
La serie di appuntamenti terminerà con l’esibizione dei Têtes de Bois con il loro Palco a Pedali.

Lo show sarà alimentato questa volta da ben 300 ciclisti volontari che, pedalando, produrranno l’energia necessaria per le luci e il sistema di amplificazione del palco. L’iniziativa di produrre “energia a pedali” si coniuga con lo spirito della fiera, nel segno dell’innovazione, della sostenibilità e del coinvolgimento collettivo.

Come funziona? Il meccanismo è lo stesso che rende possibile l’accensione delle luci di una due ruote. Al posto delle sedie in platea ci saranno le biciclette, posizionate su appositi cavalletti. La pedalata carica una dinamo che trasforma il movimento meccanico in energia elettrica pulita. In questo modo le pedalate del pubblico consentiranno al gruppo di portare avanti un concerto vero e proprio. Se non si pedala, lo spettacolo non va avanti.

I volontari possono registrarsi al sito dell’evento dove potranno selezionare la finestra oraria più comoda. Sono infatti previsti due turni, il primo dalle 15:00 alle 16:30, il secondo dalle 17:00 alle 19:00. È importante portare con sé la propria bicicletta con ruote da 26 o 28 pollici e presentarsi circa mezz’ora prima del turno prescelto per consentire le operazioni di cambio e aggancio ai cavalletti.

È sabato, e quindi è anche possibile il trasporto della bici in metro.

Fonte: Comunicato

Scroll To Top