The Darkest Tour: Cradle Of Filth e Moonspell presto in Italia

ICE CONCERTI in collaborazione con GET SMART AGENCY presenta

THE DARKEST TOUR

con
Cradle of Filth
Moonspell

Special support act: Turisas e Dead Shape Figure

28 APRILE – ROMA – TEATRO TENDASTRISCE – 28 euro + d.p.

29 APRILE – MILANO – MUSICDROME – 28 euro + d.p.

Biglietti disponibili in prevendita sul circuito Greenticket www.greenticket.it

DOPO IL SUCCESSO DELL’EDIZIONE 2008, CHE HA FATTO TAPPA A BOLOGNA, ECCO TORNARE IL DARKEST TOUR, CHE VEDE CO-HEADLINER I BRITANNICI CRADLE OF FILTH ED I PORTOGHESI MOONSPELL, STAVOLTA IN COMPAGNIA DEI TURISAS E DEI DEAD SHAPE FIGURE.

[PAGEBREAK] I Cradle of Filth sono una band symphonic black metal inglese, nata a Suffolk nel 1991.

La loro musica è difficilmente etichettabile; le influenze che li attraversano, passano dall’heavy metal (Iron Maiden), al thrash (Slayer, Bathory, Possessed), al gothic (The Sisters of Mercy, Paradise Lost), al black metal classico (Darkthrone, Immortal) fino alle tendenze death metal (At the Gates, In Flames). Evidenti sono invece le tracce di un black metal anni ’80 nella fase iniziale della loro carriera.

La band aveva progettato un piano per disseminare la propria propaganda gotico-erotica, definendo in fretta il proprio cammino. Sin dall’inizio ha infatti affermato il rifiuto nei confronti di una musica che debba sottostare a delle regole.

Anche i testi hanno delle peculiarità che permettono ai CoF di distinguers facilmente: le loro canzoni parlano di vampirismo, di paesaggi decadenti, tipici del romanticismo inglese. Quando si tratta di argomenti più spinti come il sesso, le liriche, seppur volgari, acquistano un grande spessore poetico, grazie all’impiego delle rime dell’inglese antico, e di citazioni letterarie: tra le varie, Milton, Poe, Lovecraft, De Sade, Byron e numerosi altri poeti dell’800 inglese. Sono presenti inoltre numerosi richiami a passi biblici.

I Cradle of Firth sono senza dubbio una delle band più discusse e controverse nell’ambito della musica, i loro lavori e le scelte promozionali sono stati spesso oggetto di critiche sia da parte dei fan del genere, che li accusano di essere troppo “commerciali” e di avere un sound che si è ormai distaccato dai canoni del black, sia da parte dei media, che li hanno più volte additati come gruppo blasfemo.

Altro gruppo, tra i più rappresentativi del genere, sono i portoghesi Moonspell, nati nel 1989 sotto il nome di Morbid God. Sperimentatori sin dagli esordi, arrivano al successo con “Irreligious”, grazie anche al trascinatore indiscusso, Fernando Ribeiro, dotatissimo cantante e frontman carismatico. La loro principale caratteristica musicale è la ripresa in chiave epica e romantica delle suggestioni di band storiche come Black Sabbath e Paradise Lost. L’ultimo album s’intitola “The Antidote” ed è stato all’origine del romanzo omonimo dello scrittore José Luis Peixoto.

Più recenti, all’attivo dal 1997, i Turisas, sono una band finlandese che combina folk metal con alcuni elementi del symphonic metal e con il viking metal, ottenendo un sound caratterizzato da un ampio utilizzo di sintetizzatore, tastiere e strumenti tipici della musica folk quali il violino e la fisarmonica. Da poco hanno pubblicato il dvd “A Finnish Summer With Turisas” che ripercorre il tour che la band ha fatto la scorsa estate in madrepatria, attraverso un documentario e una quindicina di tracce live.

Scroll To Top