The Libertines: Reunion sfiorata

Ma sfumata. E, pare, la colpa sarebbe tutta da imputare a Carl Barat: queste le dichiarazioni rilasciate da Pete Doherty al NME.
“Abbiamo ricevuto offerte pazzesche per suonare da headliner a Reading, cose tipo 2 milioni di sterline per quel festival, un milione per un altro evento. Ho pensato ‘perché non lo facciamo? riformiamo la band’, ma Carl mi fa ‘dobbiamo essere amici, non possiamo farlo semplicemente per i soldi’. Allora gli ho detto ‘va bene, siamo amici! amici che suonano e fanno un botto di soldi’ dal momento che io soldi non ne ho, e so che pure lui è al verde. Mi è toccato andare a farmi visitare da una sorta di guru new age, un tizio che ha misurato la mia energia e ha controllato che non fossi attorniato dalle tenebre. Se io sono attorniato dalle tenebre non posso andare vicino a Carl: danneggerei la sua energia positiva e la renderei debole, portando nella sua vita nient’altro che oscurità”.

Fu così che la reunion non si ebbe da fare…

Fonte: nme.com

Scroll To Top