The Ophelia’s Nunnery: L’esclusiva streaming dell’ep “Non Basta Vivere”

Gli Ophelia’s Nunnery arrivano oggi, martedì 7 ottobre 2014, all’esordio discografico con il loro primissimo lavoro intitolato “Non Basta Vivere”, in esclusiva streaming su LoudVision. L’ep rappresenta per la band, giovanissima, il risultato dei primi anni di vita. Anni passati ascoltando “Is This It” degli Strokes e “Favourite Worst Nightmare” degli Artic Monkeys, con uno sguardo sempre aperto verso il pop internazionale, anni spesi insieme a scuola e poi in ufficio, tra Monza e Brianza, anni di speranze e piccoli sacrifici, com’è normale accada a vent’anni.

Ecco quindi cinque brani, rigorosamente in lingua italiana, che raccontano la storia di Matteo Arienti (voce, chitarra), Matteo Zappa (basso, voce), Simone Manzotti (batteria), Dario Azzolini (chitarra).

«Questa non è una storia già scritta, piena di belle esperienze e di palchi importanti di cui parlare, di atmosfere magiche e affiatamenti. La storia dei The Ophelia’s Nunnery è semplice, di quelle che nascono tra le quattro strade del tuo quartiere, quando hai 14 anni e una bicicletta, di quelle che al sabato pomeriggio si esce per giocare a pallone e fare merenda. L’ep autoprodotto “Non basta vivere” è il nostro primo vero lavoro, ed è il frutto di questi primi quattro anni, di quella che in sostanza è la nostra attuale vita da ventenni della provincia, dal Glastonbury, da Caglio, dal negroni, da Emily Ratajkowski e Rihanna, dall’indie e dal pop.»

“Non Basta Vivere” è stato registrato al Blap Studio di Milano sotto la produzione di Riccardo Carugati e il mastering di Giovanni Versari.

Tracklist:

  1. Martedì
  2. Il Rumore del Passato
  3. Benedire
  4. Il Pentito
  5. Solo Mostri

 

BIO

The Ophelia’s Nunnery è un quartetto formatosi a Desio (MB) da Matteo Arienti (voce -chitarra), Matteo Zappa (basso-voce), Simone Manzotti (batteria) e Dario Azzollini (chitarra). Dal 2010 (età media di 16 anni) iniziano a collezionare una serie di date tra la Brianza e Milano, guadagnando in tempi più recenti risultati discreti, quali la selezione per le semifinali di Arezzo Wave Love Lombardia e la partecipazione all’Indietiamo Festival a Sassocorvaro (PU) in apertura a Nobraino. “Non basta vivere” è il loro primo vero lavoro, influenzato dall’indie-rock e dal pop d’oltre manica ma cantato in italiano. L’EP di 5 pezzi è stato registrato presso il Blap Studio di Milano con la produzione di Riccardo Carugati e mastering di Giovanni Versari, ed è il frutto di questi primi anni di vita del gruppo.

 

10721223_10204999006157405_484315462_n

Scroll To Top