Tiziano Ferro: Guai con il fisco in vista

L’agenzia delle entrate sta accertando se il trasferimento di residenza di Tiziano Ferro a Londra sia reale, o piuttosto una mossa di facciata, che il cantante avrebbe fatto per celare i suoi veri introiti e pagare meno tasse. L’Agenzia delle entrate di Latina, città dove Ferro era domiciliato fino al 2005, prima di trasferirsi – secondo alcuni giornali – sta raccogliendo biglietti d’aereo, fatture d’albergo e di ristoranti per studiare i movimenti dell’artista e capire se è stato a Londra almeno i 183 giorni l’anno considerati necessari dalla legge per essere considerati residenti all’estero.

Dalle prime indiscrezioni risulta però che Ferro sia stato per lungo tempo in un hotel romano. C’è da verificare se per motivi professionali. Ora è al vaglio dell’agenzia anche la somma dichiarata al fisco dall’artista nel 2005: un milione e 165mila e 905 euro. Pesa il sospetto che sia stata sottostimata di un milione di euro.

Ahi ahi ahi Tiziano…

Fonte: Ilmessaggero.it

Scroll To Top