Torino Film Festival 2012: Si guarda alla trentesima edizione

«Diciamo solo che andiamo avanti, convinti che quello di Torino sia un festival per il quale vale la pena di lavorare, di scavare e di lottare, un festival che nel 2012 compie trent’anni e che, nel tempo, ha conservato un’identità unica nel panorama nazionale, con le sue scoperte, i suoi giovani, le sue retrospettive, i suoi autori eccentrici, le sue anteprime nazionali, europee, internazionali e, spesso, persino mondiali»: il Torino Film Festival chiude così la vexata quaestio — che in cinese si dice “zhengzhi weijue de wenti”, come traduceva a beneficio di Marco Müller il comunicato torinese diffuso ieri — nata per la vicinanza di date col rinnovato Festival del Film di Roma di cui Müller è diventato direttore.

La 30esima edizione del Torino Film Festival si svolgerà come previsto dal 23 novembre al 1 dicembre 2012; il Festival nacque il «25 settembre 1982, ideato e diretto da Ansano Giannarelli e Gianni Rondolino: si chiamava Festival Internazionale Cinema Giovani e si concentrava soprattutto sulla cultura, le storie e i linguaggi dei giovani. Giovani cineasti e giovani spettatori, in un arco che, a 360 gradi, copriva paesi, idee, stili diversi. Il festival è stato il punto di partenza di moltissimi cineasti e ha mantenuto la propria identità di momento di scoperta, riflessione e analisi anche quando, alla sedicesima edizione, ha cambiato nome in Torino Film Festival».

Scroll To Top