Torino Film Festival 2015: crescono gli incassi

Il Torino Film Festival è soprattutto un grande evento per il pubblico, più che per la stampa e gli addetti ai lavori, come dimostrano le lunghe code per l’ingresso alle proiezioni (per esempio, nel caso Notte Horror del 21 novembre).

I dati degli incassi e dell’affluenza, dopo 9 giorni in cui il capoluogo piemontese è stato meta di numerosi appassionati di cinema indipendente d’autore e di genere (in questo caso, soprattuto per l’interessante sezione After Hours di quest’anno e l’incredibile retrospettiva di fantascienza “Cose che verranno”), vanno in qualche modo a confermare questa idea: il 33° Torino Film Festival ha fatto registrare un incremento del 10% del numero di biglietti venduti, passati dai 26.900 del 2014 ai 29.700 del 2015, a fronte di un numero pressoché stabile di abbonamenti, pass giornalieri e accrediti stampa e culturali, che ammontano complessivamente a 4600 unità. Gli incassi, così, passano da 254.369 euro a 264.882, per effetto, a detta della stessa direzione, del maggior numero di ingressi a prezzo ridotto per giovani al di sotto dei 26 anni e delle numerose convenzioni stipulate con enti culturali e ricreativi.

Si può dire, dunque, che l’edizione 2015 del Torino Film Festival sia stata un successo. Forse si potrebbe fare di più in termini di organizzazione, trovando un modo diverso per gestire gli ingressi in sala per gli abbonati e gli accreditati (il metodo dei biglietti blu, disponibili dal giorno precedente alla proiezione, penalizza molto chi non ha la possibilità di pernottare a Torino per tutto il periodo del Festival) e rendere gli spostamenti tra un cinema e l’altro, sparsi per città,  più agevoli.

Nonostante questo, con la sua offerta vasta ed eterogenea, che dà la possibilità ad ognuno di seguire un percorso personale, adattandolo ai propri gusti e interessi, la manifestazione piemontese si rivela ancora una volta uno dei Festival cinematografici italiani meno interessati al glamour e più aperti verso scelte non convenzionali, in cui i riflettori sono esclusivamente puntati sul Cinema.

Fonte: TFF

Scroll To Top