Torna il Roccella Jazz Festival

Manca pochissimo alla 38esima edizione del Roccella Jazz Festival. 12 – 22 agosto: è questo il periodo in cui la manifestazione avrà luogo a Roccella Ionica,  nelle tradizionali location Porto delle Grazie, Largo Colonne Rita Levi Montalcini e Teatro al Castello.

E quest’anno sembra essere particolarmente interessante. In primis per il tema centrale “italians”, che in un’epoca così orientata all’internazionalità, assume un certo rilievo. Il Festival si propone di scoprire e valorizzare il ruolo avuto dagli italo-americani nella nascita e lo sviluppo del jazz nei paesi d’oltremare. Non a caso ci sarà un omaggio a Frank Zappa, artista geniale e anticonformista che ha lasciato un’impronta indelebile nella storia della musica, attraversando tutti i generi. In secondo luogo per le prime nazionali che proporrà. Infatti il Festival si propone (da sempre) di essere una vetrina di nuovi talenti.

La prima parte della sessione di agosto, la tradizionale Jamming Around, si divide in due momenti. Il 12 e 13 agosto si terrà al Porto delle Grazie il programma Jazz @ The Sea. Domenica 12 apre il festival l’Ajs Trio, uno dei migliori gruppi della scena jazz albanese. Chiuderà la serata l’Enzo Pietropaoli Wire Trio con Woodstock Reloaded: una travolgente e orgiastica rilettura dei classici di Woodstock da parte di un originale e ammirato terzetto jazz (Pietropaoli con Zanisi e Paternesi). Lunedì 13 arriva la strepitosa vocalist americana Deborah J. Carter, primadonna del jazz mondiale, con Daniele Gorgone, Marco Piccirillo ed Elio Coppola.

Il 15, 16 e 17 agosto Jamming Around passa con Jazz @ Village al Largo Colonne Rita Levi Montalcini. Serata tutta africana mercoledì 15 con il Wise African Cultural Group. Giovedì 16 ad omaggiare Frank Zappa saranno, dopo l’apertura del Duo Braga-Mauro, splendida coppia clarinetto e fisarmonica di area ethno-jazz, Marco Pacassoni e la sua band. Venerdì 17 si esibiranno il violinista Luca Ciarla con il suo concerto solo, one man band con violino, voce, loop station ed elettronica e la cantautrice Valentina Gullace, che presenterà in anteprima a Roccella i brani del suo album d’esordio “La Mia Stanza Segreta”, in uscita ad ottobre.

Il clou del Roccella Jazz, come sempre intitolato Rumori Mediterranei, si tiene dal 18 al 22 agosto nella tradizionale location del Teatro Al Castello, che ospita i big del jazz italiano e internazionale, sotto l’egida Going West: A Ovest Di Frank Zappa. Si parte sabato 18 con Anthus, eccezionale figura artistica apolide (di origine siciliana), cantante e compositore amatissimo nel mondo del jazz spagnolo, che presenterà per la prima volta in Italia il nuovo album “Calidoscopic”. La seconda parte sarà dedicata al blues delle origini, quelle antiche, con il griot maliano Baba Sissoko e il bluesman americano Mighy Mo’ Rodgers, insieme a Griot Blues – From Mississippi To Mali. Con loro si esibiranno anche Darryl Dunmore, Luca Giordano, Walter Monini, Seydou Diabate Sissokho e Eric Cisbani. Domenica 19 prima mondiale con grande ritorno del duo Alexander Balanescu – Claudio Cojaniz, che a Roccella presenterà “Lennie’s Song”, un omaggio al leggendario Lennie Tristano. Martedì 21 sarà il turno del William Parker New Organ Quartet in “The Language Of Cosmic Truth”, del contrabbassista William Parker, che avrà al fianco Cooper Moore, Hamid Drake e James Brandon Lewis, di Ray Gelato con i suoi Giants (Danny Marsden, Andy Rogers, Olly Wilby, Gunther Kurmayr, Manuel Alvarez, Ed Richardson). Chiuderanno mercoledì 22 il sestetto guidato da Nicky Nicolai Stefano Di Battista, una delle grandi coppie di artisti del jazz italiano e Minino Garay, che torna a Roccella dopo nove anni con grande attesa con la sua Tunga Tunga’s Band.

Quest’anno ci sarà anche una novità: il Roccella Jazz Summer Campus,  un insieme di attività didattiche e formative di vario tipo, un ciclo di conference e proiezioni filmiche e alcune mostre. 

 

 

Scroll To Top