Toronto International Film Festival 2017 — I primi film in programma

(nella foto: un’immagine di “C’est la vie!“, film di chiusura del festival di Toronto)

Fervono i preparativi per i grandi festival internazionali che inaugurano la stagione cinematografica 2017/2018. Apre le danze il TIFF, che ha svelato ieri i primi titoli della sua 42a edizione (in attesa dell’annuncio della Mostra del Cinema di Venezia atteso per domani mattina).

Fra i registi coinvolti: Hany Abu-Assad, Haifaa Al Mansour, Darren Aronofsky, George Clooney, Guillermo del Toro, Richard Eyre, Stephen Frears, Deniz Gamze Ergüven, Greta Gerwig, Craig Gillespie, David Gordon Green, Mahamat Saleh Haroun, Angelina Jolie, Anurag Kashyap, Mélanie Laurent, Sebastián Lelio (con due film!), Ben Lewin, Martin McDonagh, Hansal Mehta, Olivier Nakache, Alexander Payne, Angela Robinson, Andy Serkis, Eric Toledano, Wim Wenders, Joe Wright. Film che vengono da ogni angolo del mondo: Canada e USA, ma anche dall’Europa e da India, Cile, Egitto e Cambogia. Saranno presto sicuramente presentati anche altri titoli dall’Asia, selezionati dalla curatrice italiana Giovanna Fulvi.

Il festival di Toronto propone, come tradizione, due categorie ammiraglie: Gala e Special Presentations, di cui sono annunciati rispettivamente i primi 14 e 33 titoli, fra cui 25 anteprime mondiali.

Il film di chiusura del festival sarà “C’est la vie!” dei francesi Olivier Nakache e Eric Toledano, dalla sezione Gala.

La sezione special presentation sarà aperta invece dall’esordio alla regia dell’attrice e autrice Greta Gerwig “Lady Bird”, e chiusa dall’egiziano “Sheikh Jackson” di Amr Salama, storia del “lutto” di un imam alla notizia della morte del suo idolo Michael Jackson.

Il 42° Toronto International Film Festival si svolgerà nella metropoli canadese dal 7 al 17 settembre 2017. Tanti altri film in programma saranno rivelati nelle sei settimane che ci separano dall’inizio del festival.

Ecco intanto i primi titoli annunciati (in grassetto le anteprime mondiali):

Galas 2017

  • Breathe, di Andy Serkis (Regno Unito)
  • The Catcher Was a Spy, di Ben Lewin (Stati Uniti)
  • C’est la vie!, di Olivier Nakache e Eric Toledano (Francia)
  • Darkest Hour, di Joe Wright (Regno Unito)
  • Film Stars Don’t Die in Liverpool, di Paul McGuigan (Regno Unito)
  • Kings, di Deniz Gamze Ergüven (Francia/Belgio)
  • Long Time Running, di Jennifer Baichwal e Nicholas de Pencier (Canada)
  • Mary Shelley, di Haifaa Al Mansour (Irlanda/Regno Unito/Lussemburgo/Stati Uniti)
  • Il domani tra di noi (The Mountain Between Us), di Hany Abu-Assad (Stati Uniti)
  • Mudbound, di Dee Rees (Stati Uniti)
  • Stronger, di David Gordon Green (Stati Uniti)
  • Untitled Bryan Cranston/Kevin Hart Film, di Neil Burger (Stati Uniti)
  • The Wife, di Björn Runge (Regno Unito/Svezia)
  • Woman Walks Ahead, di Susanna White (Stati Uniti)

Special Presentations 2017

  • La battaglia dei sessi (Battle of the Sexes), di Valerie Faris e Jonathan Dayton (Stati Uniti)
  • 120 battiti al minuto (120 battements par minute), di Robin Campillo (Francia)
  • The Brawler [Mukkabaaz], di Anurag Kashyap (India)
  • The Breadwinner, di Nora Twomey (Canada/Irlanda/Lussemburgo)
  • Chiamami con il tuo nome (Call Me By Your Name), di Luca Guadagnino (Italia/Francia)
  • Prendre le large (Catch the Wind), di Gaël Morel (Francia)
  • The Children Act, di Richard Eyre (Regno Unito)
  • The Current War, di Alfonso Gomez-Rejon (Stati Uniti)
  • Disobedience, di Sebastián Lelio (Regno Unito)
  • Downsizing, di Alexander Payne (Stati Uniti)
  • Una Mujer Fantástica (A Fantastic Wife), di Sebastián Lelio (Cile)
  • First They Killed My Father, di Angelina Jolie (Cambodia)
  • Les gardiennes (The Guardians), di Xavier Beauvois (Francia)
  • Hostiles, di Scott Cooper (Stati Uniti)
  • The Hungry, di Bornila Chatterjee (India)
  • I, Tonya, di Craig Gillespie (Stati Uniti)
  • Lady Bird, di Greta Gerwig (Stati Uniti)
  • Madre! (mother!), di Darren Aronofsky (Stati Uniti)
  • Novitiate, di Maggie Betts (Stati Uniti)
  • Omerta, di Hansal Mehta (India)
  • Plonger, di Mélanie Laurent (Francia)
  • Le prix du succès (The Price of Success), di Teddy Lussi-Modeste (Francia)
  • Professor Marston & the Wonder Women, di Angela Robinson (Stati Uniti)
  • The Rider, di Chloé Zhao (Stati Uniti)
  • Une saison en France (A Season in France), di Mahamat-Saleh Haroun (Francia)
  • The Shape of Water, di Guillermo del Toro (Stati Uniti)
  • Sheikh Jackson, di Amr Salama (Egitto)
  • The Square, di Ruben Östlund (Svezia)
  • Submergence, di Wim Wenders (Francia/Germania/Spagna)
  • Suburbicon, di George Clooney (Stati Uniti)
  • Thelma, di Joachim Trier (Norvegia/Svezia/Francia/Danimarca)
  • Tre Manifesti fuori Ebbing, Missouri (Three Billboards Outside Ebbing, Missouri), di Martin McDonagh (Stati Uniti)
  • Victoria e Abdul (Victoria and Abdul), di Stephen Frears (Regno Unito)
Scroll To Top