“A chi tu appartiens”, duetto franco-napoletano per i Foja e Pauline Croze

A Chi Appartieni” fortunato singolo dei Foja, estratto dal cd e doppio vinile “O treno che va”, colonna sonora del film d’animazione “Gatta Cenerentola” sbarca a Parigi trasformandosi in “A chi tu appartiens” con la special guest d’oltralpe Pauline Croze.

“Il treno deve andare, dove arriva arriva, l’importante è che vada, che i nostri pezzi girino, che le persone si moltiplichino nell’ascoltare i nostri pezzi. Non ci prefissiamo una meta unica… è un treno che deve andare e ci deve portare il più lontano possibile”, ci accoglievano così Dario Sansone e la  sua band durante l’intervista in chiosa alla conferenza stampa del terzo album della band, oltre un anno fa. Un album “O treno che va” che ha confermato le qualità di paroliere  di Sansone e il sound che sembra un marchio di fabbrica di quella che ormai è una consolidata scena musicale non solo nel territorio partenopeo di cui i Foja sono resident band.
Chissà se se lo  sarebbe mai aspettata questa rock band campana, impreziosita dal mandolino folk del maestro Scialdone di estrarre un singolo “A chi appartieni”, colonna sonora del film di animazione “Gatta Cenerentola” di cui Sansone è uno dei quattro registi, candidato al David di Donatello e di veder sbarcare il treno oltreoceano, fin a Los Angeles per la notte degli Oscar. Questo sogno resterà – solo per adesso – ben riposto nel cassetto, ma le sorprese non si sono fatte attendere, ed ecco così che il treno cambia binario, fa una piccola deviazione e si ferma nella stazione di Parigi, dove ad attenderlo è la pop star d’oltralpe Pauline Croze, per una inedita versione del brano in doppia lingua, “A chi tu appartiens”.
Il dettaglio della voce femminile esalta tutta la dolcezza del brano, la lingua francese – da sempre culla del romanticismo mondiale – sembra amplificare ulteriormente tutto il pathos già ricco nell’espressione “è nu bene stu turmiento, rire sto ‘mpazzendo”.

Io credo di provare a salire su questo treno, se il viaggio piace allora può continuare”, ci congedava così Sansone durante quella prima intervista. Esperimento riuscito, Parigi sarà solo la prima tappa di questo viaggio. Che prosegua pure.

Scroll To Top