U2, i duetti al Madison Square Garden di New York

Gli U2, attualmente impegnati nel loro “Innocence+Experience Tour”, sono stati i protagonisti di una lunga residency al Madison Square Garden di New York, occasione nella quale hanno avuto modo di duettare con diverse personalità del panorama musicale. La prima ospite d’onore è stata la pop-star, Lady Gaga, che ha interpretato con la band il brano “Ordinary Love”, eccezionalmente composto per la colonna sonora del film “Mandela: il lungo cammino verso la libertà”.

Nel corso della serata di ieri, 30 luglio 2015, c’è stato invece un avvistamento in platea del tutto inaspettato, Bono Vox ha infatti riconosciuto tra il pubblico il cantautore Paul Simon, che è stato poi invitato dallo stesso a salire sul palco per eseguire insieme il brano “Mother and child reunion”, poi sfumato dalla band nell’esecuzione del classico “Where the streets have no name”.

E’ stata poi la volta di una commovente e sentita dedica rivolta a Lou Reed attraverso il brano “Satellite of Love”. Sapendo della presenza tra il pubblico della storica compagna del rocker, Laurie Anderson, Bono Vox ha voluto rendere così omaggio a una grande donna e al musicista ormai scomparso.

Altro pensiero è andato a John Lennon, descritto dal front-man degli U2 come “un immigrato irlandese in più, su un’isola piena di immigrati irlandesi” per spiegare quanto sia forte il legame che nutre nei confronti di questo grande musicista. Bono Vox ha ricordato la figura di John Lennon davanti a Salil Shetty, segretario generale di Amnesty International.

Recentemente, Bono Vox è apparso al fianco della storica compagna dell’ex Beatles, Yoko Ono, in una cerimonia svoltasi ad Ellis Island per il quarantesimo anniversario da quando John ottenne la “Green card” negli Stati Uniti. Per l’occasione, Bill Shipsey, fondatore di Amnesty International, ha donato a Yoko Ono un arazzo raffigurante l’isola di Manhattan sottoforma di sottomarino giallo pilotato dallo stesso Lennon.

 

 

Scroll To Top