Unhappy: “Idiot Lane” è il nuovo disco per Flying Kids Records!

Gli Unhappy escono oggi con un nuovo LP, “Idiot Lane”, in edizione limitata di 150 copie in vinile (più versione mp3), per la label Flying Kids Records. Ecco la storia della band, così come descritta dalla stessa:

“La storia degli Unhappy inizia nel 1991: Diego Armando Maradona lascia il Napoli e l’Italia e, nel mondo, esce Nevermind dei Nirvana. The Year Punk Broke e in superficie e all’attenzione del mondo arrivava quella cosa che era l’indie americano, che pur esisteva e prosperava da diverso tempo. Nel 2014 inoltrato e pronto a finire, indie è una parola che non ha significati: indica attitudini, pose, cose interessanti e cose farlocche allo stesso tempo, e ha quasi completamente perso il suo significato originale. Alcuni se lo dicono, altri su quella idea ci fanno un disco sopra.

Maradona è stato come i Nirvana, a Napoli. E gli Unhappy, che proprio a Napoli nascono, hanno seguito quelle due scie, venendo in superficie. In luoghi dove i canoni non vengono scritti ma solo ricevuti, spesso l’aderenza a questi può essere più sincera e coerente: “Idiot Lane” è un disco con le radici e l’attitudine del primo lustro dei ’90, inserendosi tra un Wowee Zowee dei Pavement, un No Pocky for Kitty dei Superchunk, sguazzando tra lo-fi e indie americano puro, nel senso di un genere chiaramente individuato e canonizzato. Idiot Lane è il primo disco degli Unhappy e il decimo che Flying Kids Records dà alle stampe, in 150 copie.

Gli Unhappy hanno iniziato a suonare insieme durante il rush finale dell’aprile del 2013. Da allora è passato poco più di un anno solare, e nel frattempo la band è stata in uno studio piuttosto piccolo in un quartiere elegantissimo del Vomero – una sorta di isoletta di agio e riservatezza residenziale – nascosto dai ritmi convulsivi di piazza Vanvitelli, via Scarlatti o piazza Fuga. Lì è nato questo album, il primo e già postumo disco degli Unhappy. Oggi nessuno, negli Unhappy, crede di far parte di un gruppo. Alcuni dei componenti neanche lo vorrebbero più, ma “Idiot Lane”– per quanto ha significato o anche solo per il peso che ha avuto nelle loro decisioni o sulla temporalità del gruppo – è un tributo che crediamo sia giusto regalarci. Anche in questo,Idiot Lane è un disco del 1994.

La band sostiene che in un momento specifico vengano fuori i Royal Trux del periodo major, qualcun altro dice che avessero avuto l’estro potrebbe essere il loro Crooked Rain, Crooked Rain, qualcun altro pensa che Overcorrection sia la cosa più bella mai realizzata dagli Unhappy, perché la sezione ritmica sembra quella dei The Fall. Ora il disco è ultimato. Diego 189 ha realizzato le grafiche senza bisogno di troppe parole. Guido lo ha registrato e missato al Ku Studio. Regolarizzando il tutto.”

Scroll To Top