Venezia 72 — Il programma della Settimana Internazionale della Critica

È stato presentato questa mattina a Roma il programma della 30esima Settimana Internazionale della Critica (SIC), a cura del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, che si svolgerà parallelamente alla 72esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia dal 2 al 12 settembre 2015.

La Settimana della Critica, sezione autonoma della Mostra, propone sette opere prime provenienti da vari paesi e tutte in anteprima mondiale: “Ana yurdu” (“Motherland”, Turchia-Grecia) di Senem Tuzen; “Banat” (“Il viaggio”, Italia-Romania-Bulgaria-Macedonia) di Adriano Valerio; “Kalo Pothi” (“The Black Hen”, Nepal-Francia-Germania) di Min Bahadur Bham; “Light Years” (Regno Unito) di Esther May Campbell; “Montanha” (“Montagna”, Portogallo-Francia) di João Salaviza; “The Return” (Singapore) di Green Zeng; “Tanna” (Australia-Vanuatu) di Martin Butler e Bentley Dean.

In più, due eventi speciali: “Jia” (“The Family”, 4 ore e 40 minuti di durata – nella foto) di Liu Shumin in pre-apertura e “Bagnoli Jungle” di Antonio Capuano in chiusura.

Come esordi, i film della SIC concorrono al Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima Luigi De Laurentiis, la cui giuria quest’anno sarà presieduta da Saverio Costanzo. Previsto anche un Premio del pubblico Pietro Barzisa – 30. Settimana internazionale della Critica offerto dal Circolo del Cinema di Verona.

La commissione di selezione era composta da Francesco Di Pace (delegato generale), Nicola Falcinella, Giuseppe Gariazzo, Anna Maria Pasetti e Luca Pellegrini. Come già annunciato, la Settimana della Critica 2015 prevede un omaggio speciale a Peter Mullan.

«Il programma di questa edizione — dice Francesco Di Pace — si presenta più ricco che mai e include qualche momento celebrativo che fa riferimento appunto alla nostra storia: a partire dal Premio Speciale alla migliore Opera Prima di questi 30 anni, assegnato attraverso un referendum fra i critici italiani al regista e attore Peter Mullan, che con il suo “Orphans” nel 1998 rivelò il suo talento proprio nel programma della Sic, quattro anni prima di conseguire il Leone d’Oro per “Magdalene”».

Due dei titoli presentati dalla Settimana della Critica nel 2014 sono poi stati distribuiti anche nelle sale italiane: si tratta dei notevoli “Melbourne” dell’iraniano Nima Javidi e “No One’s Child” (“Ničije dete“) del serbo Vuk Ršumović.

Info: sicvenezia.it

Scroll To Top