Venezia 72 — Tutti i vincitori, Leone d’Oro a Desde Allá

Appena assegnati in Sala Grande i premi della 72esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (2 – 12 settembre 2015) nel corso della cerimonia condotta dalla madrina Elisa Sednaoui.

La giuria era composta da Alfonso Cuarón (Presidente), Emmanuel Carrère, Nuri Bilge Ceylan, Pawel Pawlikowski, Francesco Munzi, Hou Hsiao-hsien, Diane Kruger, Lynne Ramsay e Elizabeth Banks.

Il Leone d’Oro è stato assegnato a “Desde allá” (“From Afar”) di Lorenzo Vigas di , mentre Pablo Trapero ha ricevuto quello per la migliore regia con “El clan”.

Ecco l’elenco completo dei vincitori del concorso ufficiale Venezia 72 (il link su ogni titolo rimanda alla recensione):

Leone d’Oro per il miglior film: “Desde allá” (“From Afar”) di Lorenzo Vigas

Leone d’Argento per la migliore regia: Pablo Trapero per “El clan

Gran Premio della Giuria: “Anomalisa” di Charlie Kaufman e Duke Johnson

Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile: Fabrice Luchini per “L’hermine

Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile: Valeria Golino per “Per amor vostro” di Giuseppe M. Gaudino

Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergenti: Abraham Attah per “Beasts of No Nation” di Cary Fukunaga

Premio per la migliore sceneggiatura: Christian Vincent per “L’hermine

Premio Speciale della Giuria: “Abluka” (“Frenzy”) di Emin Alper

 

Ecco poi i premi della sezione Orizzonti, scelti da Jonathan Demme (presidente di giuria), Alix Delaporte, Paz Vega, Fruit Chan e Anita Caprioli:

Premio Orizzonti per il miglior film: “Free in Deed” di Jake Mahaffy

Premio Orizzonti per la migliore regia: Brady Corbet per “The Childhood of a Leader

Premio Speciale della Giuria Orizzonti: “Boi Neon” di Gabriel Mascaro

Premio Orizzonti per la miglior interpretazione maschile o femminile: Dominique Leborne per “Tampête” di Samuel Collardey

Premio Orizzonti per il miglior cortometraggio: “Belladonna” di Dubravka Turic

 

Il Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis” (giuria guidata da Saverio Costanzo) va infine a “The Childhood of a Leader” di Brady Corbet, presentato nella sezione Orizzonti, mentre gli studenti del Premio Venezia Classici, coordinati da Francesco Patierno, hanno premiato “The 1000 Eyes of Dr. Maddin” di Yves Montmayeur (come miglior documentario sul cinema) e “Salò o le 120 giornate di Sodoma” di Pier Paolo Pasolini (miglior restauro).

Scroll To Top