Venezia Orizzonti: Apre “Pa-ra-da” di Pontecorvo

Una storia piena di umanità, drammatica, e allo stesso tempo fiabesca“. Così Marco Pontecorvo, direttore della fotografia al suo esordio nella regia, descrive il suo primo lungometraggio, selezionato a Venezia Orizzonti come film di apertura. La storia vera dell’amiciza tra una banda di ragazzini di strada nella Bucarest del dopo Ceaucescu e il giovane clown franco algerino Miloud, e della nascita di una vera e propria compagnia circense. Una storia che Pontecorvo ha “trovato per caso, leggendo un quotidiano e vedendo un telegiornale. Era il 2001 e Miloud Oukili con i ragazzi di PARADA facevano uno spettacolo in Italia“. Tanto è bastato per convincerlo a vestire per la prima volta i panni di regista e raccontare personalmente questa vicenda. Ha contattato Miloud e insieme a lui si è recato a Bucarest, per visitare la città e il suo sottosuolo, con i suoi boskettari, i bambini dei tombini che vivono di furtarelli e accattonaggio.
Una bella fiaba, con con un forte messaggio di amicizia multietnica, solidarietà e speranza, e come ha sottolineato il Direttore della Mostra Marco Müller, un perfetto esempio di cinema nomade.Fonte: Comunicato stampa

Scroll To Top