“Venti Sigarette” di Amadei: Iniziate le riprese

Sono iniziate il 24 agosto a Roma le riprese di “Venti Sigarette”, il film di Aureliano Amadei nato dalla tragica esperienza vissuta a Nassiriya.

Nell’attentato, quel 12 novembre 2003, persero la vita 19 italiani. Aureliano Amadei è l’unico superstite. Venti sigarette sono quelle che si ricorda di aver fumato da quando è arrivato in Iraq a quando c’è stata l’esplosione.

“Venti Sigarette A Nassiriya” è il titolo del libro – che lo stesso Amadei ha scritto nel 2005 con Francesco Trento – da cui nasce il film, prodotto dalla R&C Produzioni di Tilde Corsi, Gianni Romoli insieme a Claudio Bonivento in collaborazione con Rai Cinema finanziato anche dal MIBAC, e che sarà distribuito da Cinecittà Luce .

Le riprese dureranno sette settimane di cui due in Marocco, dove saranno girate parte delle scene che raccontano l’Iraq.

“Venti sigarette” è soprattutto il racconto di come un ragazzo come tanti si possa trovare all’improvviso e senza rendersene conto al centro della Storia con la S maiuscola.

Il film, scritto da Gianni Romoli, Francesco Trento, Volfango De Biasi, Aureliano Amadei, è interpretato da Vinicio Marchioni (il “Freddo” di “Romanzo Criminale” nella serie Sky) nella parte di Aureliano, Carolina Crescentini (Claudia), Giorgio Colangeli (Stefano Rolla) e tra gli altri Orsetta De Rossi, Alberto Basaluzzo, Edoardo Pesce, Luciano Virgilio, Gisella Burinato, Duccio Camerini, Massimo Popolizio.Fonte: Comunicato Stampa

Scroll To Top