Víctor Erice al Festival di Locarno

Víctor Erice ha ricevuto il Pardo alla carriera al 67esimo Festival del Film di Locarno (6 – 16 agosto).

Il regista, nato a San Sebastian nel 1940, ha diretto vari corti ed episodi di film collettivi ma appena tre lungometraggi, tutti straordinari: “El espíritu de la colmena” (“Lo spirito dell’alveare”, 1973), “El Sur” (“Il sud“, 1983) e “El sol del membrillo” (“Il sole della mela cotogna“, 1992).

«Sono molto felice di accogliere Víctor Erice a Locarno. I suoi film, pochi ma tutti estremamente importanti nel contesto del cinema moderno, portano il segno di un cineasta libero e coerente, capace di dare una forma personale ai suoi racconti, combinando memoria privata e collettiva. La sua è una di quelle voci uniche che il Festival del film Locarno si è dato il compito di riconoscere e sostenere», così il direttore artistico Carlo Chatrian commentava qualche settimana fa il premio speciale assegnato all’autore.

«I miei film sono in parte autobiografici — ha spiegato Erice a Locarno — alcuni in maniera più evidente, altri in modo implicito. È importante che le immagini siano legate alle mie esperienze personali. L’autobiografia non è però una qualità in sé, quanto in punto di partenza. Perché il compito del cineasta è sempre quello di trasformare il proprio vissuto intimo in una storia universale».

Fonte: pardolive.ch

Scroll To Top