Visioni Perdute: Domani si incomincia

Inizia domani a Pantelleria e si svolgerà fino al 19 agosto 2011 l’edizione “meno uno” di Visioni Perdute, il festival di film, incontri, arti della visione che vedrà Lucio Dalla, il regista Luca Guadagnino e il critico cinematografico Mario Sesti, in scena a presentare e parlare di tre film che hanno in comune un uso davvero spericolato e sorprendente degli occhi, ma anche del suono: “Arancia Meccanica” di Stanley Kubrick (nella
versione restaurata presentata a Cannes da Malcom Mc Dowell), “The Tree of Life” di Terrence Malick, “Io sono l’amore” di Luca Guadagnino.

Si comincia domani con “Arancia meccanica”, la cui versione restaurata di recente resa disponibile su supporto Blue Ray, dalla Warner, è stata giudicata dagli intransigenti appassionati del Web, come la migliore attualmente in circolazione del famoso capolavoro di Kubrick.

“Si tratta di un film addirittura irritante per la precisione con la quale ha descritto ciò che stava accadendo e ciò che sarebbe puntualmente accaduto – dice Lucio Dalla – una sorta di allucinatorio prequel della nostra contemporaneità. Eppure, a rivederlo ora, non escludo affatto che Kubrick si sia divertito come un pazzo a farlo”.

“Al di là delle rivoluzioni dello stile delle immagini e dei suoni che hanno gettato scompiglio nella cultura e nel cinema d’allora – dice Mario Sesti - ciò che impressiona ancora oggi è la precisione di quel tono sospeso tra satira e paura, disperazione grottesca e preveggenza visionaria, che è la summa del cinema di Kubrick fino ad allora, dal “Dr. Stranamore” a “2001: Odissea nello spazio”.”Fonte: Roberta Avolio

Scroll To Top