Wire: A febbraio nei locali d’Italia

WIRE

Giovedì 26 Febbraio 2009
Roma @ Circolo degli Artisti
Via Casilina Vecchia, 42
Apertura porte ore 21.00
Ingresso € 12,oo + d.p.v. / Ingresso alla porta € 15,oo

Venerdì 27 Febbraio 2009
Torino @ Spazio 211
Via Cigna, 211
Apertura porte ore 21.00
Ingresso € 13,oo / Ingresso studenti € 10,oo

Sabato 28 Febbraio 2009
Modena @ Vibra
Via 4 Novembre, 40/a
Apertura porte ore 21.00

Domenica 1 Marzo 2009
Milano @ Magnolia
Via Circonvallazione Idroscalo, 41
Apertura porte ore 21.00
Ingresso € 10,oo
[PAGEBREAK] Sulle note di ‘Object 47′ tornano in Italia i mitici WIRE, dopo il bellissimo concerto tenuto in compagnia dei Sex Pistols a Luglio 2008 al Traffic Festival di Torino. Saranno in Italia il 26 Feb. a Roma, il 27 Feb. a Torino, il 28 Feb. a Modena e il 1 Marzo a Milano.

‘Object 47′, loro ultimo album pubblicato durante il 2008 ha avuto un ottimo riscontro di critica e pubblico ed ha riportato la band agli antichi splendori grazie al suo sound inconfondibile.

Gli WIRE hanno riscritto la storia di cui sono stati protagonisti, la storia del punk inglese.

Per questo tour gli Wire si presenteranno con la formazione classica di cui fanno parte Colin Newman, Graham Lewis e Robert ‘Gotobed’ Grey, con l’aggiunta di Margaret Fiedler McGinnis (già chitarrista dei Laika e live di PJ Harvey).

Londra, 1977: con l’abrasività cerebrale di “Pink Flag”, gli Wire sono i Talking Heads inglesi e “il punk è arte” sparata in 35 minuti d’eleganza al fulmicotone.
L’anno dopo, in “Chairs Missing”, collegano i sintetizzatori al distorsore e la stampa li chiama Punk Floyd: in realtà, sfoggiano geniali allucinazioni minimaliste con Brian Eno nel ruolo di pusher.
Nel ’79 esce “154″, manuale definitivo per l’esame “fondamenti di post-punk”: nervoso, oscuro e sperimentale, è il picco d’alta tensione che fa sciogliere il gruppo.
Per 20 anni gli Wire si prendono e si lasciano fino all’esplosione (live) del cyber-punk di “Send”.
Nel 2008, dopo la pubblicazione di “Object 47″, gli Wire ci fanno tornare la voglia di mettere due dita nella presa elettrica.

Scroll To Top