“Working on Satie”, l’universo sospeso di Alessandra Celletti e Onze in scena al Romaeuropa Festival

Che Alessandra Celletti,  pianista romana di straordinario talento, brilli di luce propria si sa. Ma insieme al prolifico artista contemporaneo Onze, all’anagrafe Stefano Centonze, non può che sorgere qualcosa di superbo. Questo è Working on Satie, il progetto che Alessandra Celletti ha voluto fortemente realizzare per rendere omaggio al compositore francese Erik Satie con l’esecuzione di nuovi  affascinanti brani.

“Satie è sicuramente un mio autore prediletto, forse per quella sua “monotonia”, per le sue doppiezze di irriverenza e profondità, di nostalgia e lungimiranza; per il suo voler depurare la musica da ogni enfasi romantica e da tutti i virtuosismi inutili, per restituirle gli elementi essenziali di armonia, melodia e ritmo”, spiega la pianista.

Un esperimento potente che raccoglie le opere policrome e  vive di Onze, artista dallo stile inconfondibile capace di liberare su tela  storie indipendenti e moderne, riuscendo così a creare l’immaginario favoloso di Satie.

La fusione di due mondi così distanti quanto connessi è  Working on Satie che sarà  presentato al Romaeuropa Festival il 26 e il 27 ottobre 2016 negli spazi della Pelanda all’interno dell’ex mattatoio di Testaccio in concomitanza dell’uscita del cofanetto (CD + DVD) nato dall’esigenza della stessa Celletti di voler custodire preziosamente l’universo raffinato di Erik Satie, denso di atmosfere sospese.

Fonte: Comunicato Stampa

Scroll To Top