“WW006″: il manifesto della Doubledoubleu

È uscita ieri, 7 maggio, “WW006″, la compilation – manifesto dell’etichetta Doubledoubleu. Dall’avant-Pop agli sperimentalismi, passando per la world music: la label, partendo dall’elettronica, esplora diversi generi musicali. Il fine della raccolta, non a caso, è dimostrare che la musica italiana può aspirare a sonorità internazionali, così da poter essere apprezzata in tutta l’Europa.

Cinque sono gli artisti scelti per la raccolta: il fondatore Eego, artista visionario e d’avanguardia, il cantante italo brasiliano Arua, una delle voci più interessanti ed evocative nel panorama underground italiano, che collabora stabilmente con Eego, il violinista, compositore e produttore Vito Gatto, da sempre alla ricerca di un equilibrio tra il mondo della musica suonata e le sperimentazioni elettroniche e le new entries Szlug, con la sua visione della musica elettronica che media tra un approccio d’oltre oceano e uno di stampo tipicamente europeo, così da risultare ipnotica e al tempo stesso nostalgica ed evocativa, e FiloQ, producer e membro dell’Istituto Italiano di Cumbia, che negli ultimi anni ha sviluppato una propria ricerca sonora tra jazz, elettronica e global music, ritagliando beats e campionamenti addosso al repertorio tradizionale proveniente da vari epicentri del mondo.

E non solo. Ci sono anche diverse collaborazioni: quella con il producer Simone Zagari, in arte A Safe Shelter, che ha remixato il singolo “Night”, e quella con Lexodus, rapper attivo tra Parigi e Berlino, alle liriche nel brano “Flux “. 

Ecco la tracklist:

01) Arua feat. Lexodus – Flux
02) Arua – Balance
03) eego – Night (Filoq remix)
04) Szlug – Moroccan Dream
05) eego – Rubber (Vito Gatto rework)
06) eego – Night (A Safe Shelter remix
)

Scroll To Top