X Factor: “Non è sicuro”, cantiere finisce sotto sequestro

Sono stati messi i sigilli al cantiere dove sarebbe dovuta sorgere l’enorme tensostruttura che avrebbe ospitato la prossima edizione di X Factor.

Ieri pomeriggio una squadra composta da 5 tecnici Asl del Servizio prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro si presentano con sei agenti specializzati della polizia locale al cantiere per dei normali controlli.
Accertato il rischio elevato per i lavoratori, mettono subito sotto sequestro l’impianto elettrico e alcune attrezzature giudicate non a norma e quindi poco sicure.

La Deruta 20, la società che ha commissionato il tendone, minimizza quanto accaduto dichiarando: “I lavori non si sono mai fermati e continuano. I tecnici Asl hanno chiuso un vecchio gabbiotto inutilizzato dove c’era l’impianto elettrico impiegato dal precedente affittuario dell’area e che non era legato invece alle attività di cantiere“.

Dalla Asl, però fanno sapere che sono state contestate ipotesi di reato “con riferimento alla presenza di apparecchi di sollevamento in cattivo stato di manutenzione e non più idonei ai fini della sicurezza, attrezzature di lavoro prive di alcuni dispositivi di sicurezza o con dispositivi manomessi, la mancata redazione da parte di una ditta esecutrice dell’obbligatorio documento di valutazione dei rischi ed infine la mancata verifica dell’idoneità tecnico professionale delle ditte esecutrici da parte del committente delle opere“.

Fonte: Corriere.it

Scroll To Top