Zeds Dead: Apriranno The JamBo

The JamBo, il più importante appuntamento del mondo freestyle mai realizzato in Europa – BolognaFiere dal 14 al 16 giugno – coinvolgerà gli spettatori in un’esperienza emozionante grazie alle esibizioni di star mondiali della musica dance elettronica, della street art e delle discipline sportive freestyle: fmx, bmx. skateboard, parkour, wakeboard e surf, per la prima volta insieme, in un grande “jam” di decibel e adrenalina.160 icone della musica, dell’arte e degli action sport mondiali si alternano in un programma mozzafiato.

C’è grande attesa per questo inedito Urban SummerFestival: 3 giorni di performance, musica, arte e sport, dalle 3 del pomeriggio alle 3 di notte. In programma 15 grandi nomi internazionali della scena dance elettronica, tra i quali le top star Major Lazer, Chase & Status, 2manydjs, Armand Van Helden, Dizzee Rascal, Riva Starr e Rudimental e James Zabiela.

L’apertura di questo imperdibile evento, che darà vita nel quartiere fieristico di Bologna ad un lungo weekend di musica e divertimento, spetta ai Zeds Dead che si esibiranno venerdì 14 giugno alle 22.00 nell’area Star Stage, un padiglione di 12 mila metri quadrati allestito con un palco di 120 metri quadrati e videowall.

Innovativi e incredibilmente popolari al tempo stesso, Zeds Dead hanno raggiunto la grande notorietà diffondendo gratuitamente in rete le loro produzioni, a partire dal primo brano, Journey of a lifetime, offerto al pubblico in download gratuito nel 2009. Molte delle loro produzioni hanno raccolto milioni di visite su YouTube e sono balzate in vetta alle classifiche, facendo conquistare a Zeds Dead il supporto dei migliori dj del mondo. Il primo singolo ufficiale, Rudeboy, è stato invece rilasciato nel 2010.
La house music incontra il dubstep nelle tantissime produzioni di questo duo canadese, che ci ha fatto scoprire la vitalità creativa di quella nazione anche nella musica elettronica.

Per comprendere il livello di fama, assolutamente inconsueta per artisti di provenienza dubstep, basti pensare che il LIVING DEAD TOUR del 2012 ha raggiunto la cifra record di 70 date solo tra Stati Uniti e Canada, ma si sono anche esibiti in Afganistan insieme a Kid Rock, noto musicista e attore statunitense.
Il nome che hanno scelto è un omaggio a una scena del classico di Quentin Tarantino ‘Pulp Fiction’ e il gruppo, dopo l’esordio nel 2007 con un album influenzato dall’hip hop, ha iniziato una carriera fortemente innovativa, mixando hip hop, electro, drum’nbass e dubstep.

Scroll To Top