Zola Jesus: A marzo in Italia per quattro date!

Zola Jesus, ovvero l’artista statunitense Nika Roza Danilova, arriverà a marzo in Italia per ben quattro date, ecco quali:

23 marzo 2015 – Padova – Mame

Ingresso: 15€ +d.p.

Prevendite disponibili da venerdì 23 gennaio:

http://www.ticketone.it/, call center 892 101

http://www.vivaticket.it/ , call center 892.23

 

24 marzo 2015 – Roma – Teatro Quirinetta

Via Marco Minghetti 5

Ingresso: 15€ +d.p.

Prevendite disponibili da venerdì 23 gennaio:

http://www.ticketone.it/ , call center 892 101

 

25 marzo 2015- Milano- Tunnel- ELITA DESIGN WEEK WARM UP

Ingresso: 15 euro+dp.

Prevendite disponibili da venerdì 23 gennaio:

www.ticketone.it <http://www.ticketone.it/> , call center 892 101

www.mailticket.it

 

26 marzo 2015 – Ravenna – Bronson

Ingresso: 15€ +d.p.

Prevendite a breve:

http://www.vivaticket.it/, call center 892.23

 

Nika, il vero nome dell’artista di venticinque anni conosciuta come Zola Jesus, è una cantante, autrice e produttrice statunitense ma di origine russa. L’album è stato scritto sull’isola di Vashon, WA e mixato a Los Angeles, CA da Dean Hurley. Taiga, il quarto full-length di Nika, arriva dopo due album ampiamente celebrati qualiVersions (2013) e Conatus (2011).  Nika spiega il significato del titolo: “Taiga è il nome russo per la foresta boreale. Per me ha un significato molto vivo, ….molto espansivo. Rappresenta un mondo inesplorato e ferale, che potrebbe felicemente esistere senza di noi. Ci sono delle foreste taiga nel nord del Wisconsin dove sono cresciuta e anche in Russia da dove provengono i miei antennati, quindi ha una connotazione anche ‘nativa’ per me.

Quest’album è transitorio per Zola Jesus: abili strati di composizione avvolti dalle familiari atmosfere vocali, ma con una nuova sensibilità. Taiga è impegnativo ma accessibile ed è marchiato con ciò che Nika chiama ‘un’acuta ambizione’. Si evince che Nika abbia trovato un nuovo senso artistico di sé e l’album è una dichiarazione in questo senso: “Per me, è come se fosse il mio vero debutto, perché per la prima volta mi sento così aperta e liberata.”

Scroll To Top