Home > Recensioni > A Northern Chorus: Bitter Hands Resign

In Canada il post rock ha ancora un perché

Ai canadesi A Northern Chorus, esperti mestieranti dell’arte del post rock, serve non più di una manciata di accordi per deflagrare in frazioni noise che richiamano sì Mogwai ed Explosions In The Sky, ma suggeriscono anche un legame con varie produzioni shoegaze (The Twilight Sad per esempio), al limite del dream pop.
Come in “Subjects and Matter”, seconda traccia del disco: la chitarra di Pete Hall, cresciuta a delay e wah prende sottobraccio il resto del gruppo e guida basso, batteria, violoncello e pianoforte verso un trionfale crescendo – la perfetta rappresentazione in musica di un mondo che si sgretola, un urlo che fa vibrare l’aria e trapassa le orecchie.
A tal proposito è rimarchevole la prova di Craig Halliday dietro le pelli: un batterista mai eclatante o fuori dalle righe, ma ficcante e dotato di una precisione eccezionale. Non c’è uno stacco all’interno del disco che non sia studiato alla perfezione, che non dia ampio respiro alla parte melodica, contribuendo così a rendere ancor più solido il muro di chitarre della coppia Hall – Livingstone.
D’altro canto bisogna dar merito anche alla voce dello stesso Livingstone, vero marchio distintivo degli A Northern Chorus: una voce di stampo cantautoriale, soffice, eterea, perfetta per il mood di questo “Bitter Hands Resign”, mai prodigo di facili smancerie ma testimone piuttosto di piccole vittorie (In che ambito? Il mondo? La vita di tutti i giorni? Casa vostra?) contro la rassegnazione e l’indifferenza generale.
Bravi A Northern Chorus dunque: nel 2005, quando ormai il post rock sembra avere esaurito molta della sua linfa vitale, ha senso e soprattutto sembra pagare la commistione con influenze tra lo shoegaze e il folk, svecchiando così soluzioni melodiche che sembravano destinate da tempo a morte certa, e rinvigorendo un genere che proprio dal Canada ha tratto i prodotti di maggiore qualità e che dal Canada sembra ripartire dopo un, in fondo, non preoccupante periodo di stallo.

Scroll To Top