Home > Recensioni > AA.VV.: Eureka Vol. 2
  • AA.VV.: Eureka Vol. 2

    AA.VV.

    Loudvision:
    Lettori:

Festival musicale

Le buone idee nascono sempre quando il terreno è fertile. Dopo il grande successo del primo volume l’etichetta Kandinsky Record pubblica cinque EP dei suoi cinque musicisti più promettenti racchiudendoli in una raccolta intitolata “Eureka”.

Si può decidere di partire dai Newdress, paladini di un’ottima new wave per poi passare al più personale pop dei L’ultimo Piano. Non scherzano per niente i Seddy Mellory che intrepretano un garage rock ben differente da Giovanni Peli che invece offre una musica mista a poesia. Rimane da ascoltare il Quintetto Zizkov, che si sbizzarrisce suonando un jazz, garage etno-surf.

Cinque EP per cinque artisti diversi tra loro con in comune la stessa etichetta che, con questa pubblicazione, dimostra pura fede nei suoi artisti.

Potete ascoltarli, fare a gara tipo San Remo per decidere chi sia il più valido. Ma vi anticipiamo che la soluzione non è facile. La diversità dei vari generi affrontati non permette un confronto.
Per la nostra visione Loud della musica possiamo dire che i Newdress e i Seddy Mellory hanno in sé una maturità musicale maggiore rispetto agli altri artisti, ma questo ovviamente lo diciamo solo per fomentare le polemiche che caratterizzano il dopo San Remo.

Pro

Contro

Scroll To Top