Home > Recensioni > Abba Zabba: Sereno
  • Abba Zabba: Sereno

    Jestrai Records / jestrai

    Data di uscita: 03-10-2014

    Loudvision:
    Lettori:

La parola “sereno” rappresenta tante cose per il cantautore Abba Zabba. Prima di tutto “Sereno” è il titolo del suo nuovo Ep, pubblicato ad ottobre per l’etichetta discografica Jestrai. Dopo un paio di Ep ed un disco nel 2011 dal sapore decisamente americano, oggi si cimenta con la lingua italiana. In secondo luogo, “Sereno” è il brano con cui si apre questo lavoro. Infine, dopo che il disco ha fatto un giro completo nello stereo, la serenità è l’emozione che rimane appesa nell’aria dopo l’ascolto e rappresenta al meglio le atmosfere intrecciate da Abba Zabba.

Sul disco ci sono diverse collaborazioni di spessore, che creano sfumature interessanti. Giulio Frausin (The Sleeping Tree) e Cortex ci mettono basso e chitarra sul primo pezzo. Matteo Bognolo e Gianluca Caligaris contribuiscono ad “Un Gioco Come Un Altro” e “I Pesci”

Cinque brani che non hanno un unico filo logico, ma hanno come stretto legame la voce ed i dolci arpeggi di Abba Zabba. Si parla di vecchiaia, del tempo che passa e della vita che scorre lentamente intorno a noi. Se il disco parte un po’ in sordina, “In Punta Di Piedi” presenta un crescendo molto bello, che viene sottolineato dall’entrata della batteria. “I Pesci” è una metafora appassionata di come la vita possa diventare una trappola creata da noi stessi.

Un disco appassionato e sincero. Un uomo con la sua chitarra, i suoi pensieri ed alcuni buoni amici ad accompagnarlo. Cosa chiedere di più alla vita? Tanta serenità.

Pro

Contro

Scroll To Top