Home > Recensioni > AC/DC: Live At River Plate
  • AC/DC: Live At River Plate

    AC/DC

    Data di uscita: 20-11-2012

    Loudvision:
    Lettori:

Let There Be…

Un anno dopo il dvd arriva anche il cd: “Live At River Plate” è il lascito del colossale tour mondiale intrapreso dagli Ac/Dc in seguito alla pubblicazione, nel 2008, del disco in studio “Black Ice”.

Il doppio album, registrato con una pulizia di suoni impressionante per un live, dimostra di potere fare a meno delle immagini. La voce di Brian Johnson è solo a sprazzi meno rauca e aggressiva che su disco, senza risparmiarsi neppure sui cori, che pure il pubblico argentino potrebbe intonare in autonomia. D’altra parte l’interazione coi fans è affare di Angus Young, sempre in primo piano, facile da immaginare proteso con la chitarra verso la folla, come d’abitudine.

La scaletta degli iper-successi è completa, mentre si aggiungono tre estratti da “Black Ice” .

“Live At River Plate” non è materiale per vecchi nostalgici. Certo le canzoni sono “quelle” e le conoscono tutti, la band è la più famosa tra quelle che ripropongono in mille salse la stessa canzone. Ma quel che conta è la qualità d’esecuzione dei brani – completa e precisa – in sede live, dove si possono appena percepire gli acciacchi del tempo ai danni dei musicisti. Gli Ac/Dc incarnano l’idea dell’usato garantito. One louder.

Pro

Contro

Scroll To Top