Home > Recensioni > AC/DC: Rock Or Bust
  • AC/DC: Rock Or Bust

    AC/DC

    Sony Music / none

    Data di uscita: 01-12-2014

    Loudvision:
    Lettori:

Rock Or Bust”, è il titolo del nuovo album degli AC/DC, uscito in tutto il mondo il 1° dicembre 2014. Gli AC/DC ritornano, a sei anni di distanza dall’ultimo lavoro del 2008, con 11 brani inediti, registrati senza uno dei membri fondatori Malcolm Young per problemi di salute.

Tuttavia, durante il nuovo anno, la band partirà con un tour mondiale per promuovere il nuovo lavoro discografico (in Italia il 9 luglio 2015).

 

La musica di “Rock or Bust” definisce ancora una volta il marchio di fabbrica del sound e le intenzioni compositive degli AC/DC. Un format ormai forgiato e consolidato che i fan cercano e gli AC/DC, soprattutto, vogliono. Sound dallo spirito inossidabile e rabbioso come deve essere un album del genere. Lo stile sempre combattivo e fresco viene trasmesso ancora oggi dalla band anche grazie ad una attività musicale costante che mette sempre ben in evidenza la linea da seguire.

Tutto è al suo posto e gli AC/DC continuano ad essere diffusori di uno stile elettrico, sconquassante e ad insegnare le basi della musica rock alle nuove generazioni che ne hanno molto bisogno.

 

“Rock or Bust” è un’altra corazza dello stesso materiale, ma con rinnovata vitalità che si aggiunge all’armeria musicale della band. Una vitalità che viene trasmessa principalmente dai riff efficaci e dalle melodie di Angus Young, evocazioni blues, botta e risposta, voce ben controllata che non perde espressività, cori che arricchiscono il tutto, incastri e groove sostanzioso.

Un disco che non delude, infatti non mancano alcune soluzioni musicali che sorprendono, ma nella maggior parte dell’ascolto si notano le idee fisse e granitiche all’interno di una impronta lasciata dagli AC/DC, da tempo, nel terreno del rock.

Pro

Contro

Scroll To Top