Home > Recensioni > Adaline – L’eterna giovinezza
  • Adaline – L’eterna giovinezza

    Diretto da Lee Toland Krieger

    Data di uscita: 23-04-2015

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

«Adaline, dopo un tragico incidente stradale dal quale riesce a uscire illesa per un misterioso evento naturale, diventa immortale. Da quel giorno dovrà confrontarsi con il suo dono, fuggendo dalle autorità e isolandosi dal mondo per paura di rimanere ferita».

Grazie a una efficace voce fuori campo, che richiama alla mente quella di “Ai Confini della Realtà”, gli eventi narrati nel film diretto da Lee Toland Krieger riescono a sfuggire, in parte, alle banalità del genere a cui “Adaline – L’eterna giovinezza” appartiene.

Certo, al cinema si sono viste tanti film simili a questo (“Questione di Tempo”, “Le Pagine Della Nostra Vita”), ma “Adaline” riesce, senza pretese e con risultati modesti, a intrattenere e commuovere. Efficace sopratutto l’uso dei flashback che ci mostrano il  lunghissimo passato della protagonista, con un plauso particolare al lavoro della produzione artistica che riproduce fedelmente le diverse epoche storiche.

Valido anche il cast, dove brillano la Blake Lively di “Gossip Girl” nel ruolo di Adeline e Harrison Ford in quello di  William; Michiel Huisman, Daario in “Game Of Thrones”,  invece, non spicca, risultando poco espressivo.

“Adaline” è una commedia romantica con un tocco fantasy che rimane vittima degli stereotipi del genere a cui appartiene ma se neli libera, a tratti, grazie a una storia intrigante e un’ottima caratterizzazione della protagonista.

Il film uscirà  in contemporanea con gli Stati Uniti il 23 aprile.

Pro

Contro

Scroll To Top