Home > Recensioni > Afterhours: Folfiri o Folfox
  • Afterhours: Folfiri o Folfox

    Afterhours

    Universal Music / none

    Data di uscita: 10-06-2016

    Loudvision:
    Lettori:

Gli Afterhours danno alle stampe Folfiri o Folfox per Universal uscito il 10 giugno 2016- un doppio LP ricco di brani e sperimentazioni sonore. Come nel bugiardino dei farmaci chemioterapici, da cui è tratto il titolo, si consiglia caldamente di mettere una distanza alle melodie accattivanti, di tagliare a fettine il buonismo delle liriche suadenti, i flussi di rime liquide, i preconcetti e le aspettative da tifosi accaniti – qui le parole pesano quanto le emozioni di una vita e ne comunicano la forza dei momenti più intensi.

Un viaggio attraverso le esperienze personali, ancestrali che lascian per sempre un solco indelebile nell’anima di chi le elabora. La crescita, la malattia, la morte sono i temi che toccano i 18 testi mentre i suoni secchi e taglienti scoprono i nervi pronti ad essere trafitti dalle parole acuminate. Brani poco ordinari, dissonanze e voci graffianti raccontano che il percorso che li ha condotti sin qui è lastricato di cambiamenti a volte cercati altre volte obbligati dal tempo. Talvolta, infatti, bisogna considerare il distacco, l’amarezza, la fede e le scelte che impone la strada davanti al bivio prendendone tutte le conseguenze e lasciando segni evidenti lungo il cammino.
Gli Afterhours rinnovano la propria musica e se stessi per raccontarsi attraverso le trasformazioni di un trentennio – pochissimi sono i gruppi italiani a cui è successo!

Ancora una volta prendono il rischio di interpretare il proprio presente e dare libero sfogo alla creatività senza compromessi,   «liberi di non piacerti più, libero di buttare tutto via», ma potremmo dire sempre consapevoli «che se c’è una cosa che è immorale è la banalità». La musica, come la vita, ti passa attraverso e nel frattempo vivi le sue emozioni, alcune positive altre non le capisci subito, poi però tutte bussano alla porta dell’anima di chi è capace d’ascoltare.

A voi la scelta piccole iene!

 

di Antonio Masiello

Pro

Contro

Scroll To Top