Home > Recensioni > Agoraphobic Nosebleed: Altered States Of America
  • Agoraphobic Nosebleed: Altered States Of America

    Agoraphobic Nosebleed

    Data di uscita: 14-10-2008

    Loudvision:
    Lettori:

V.M. 18 e ai malati di cuore

È necessaria preparazione fisica per l’ascolto dell’edizione deluxe del grande successo “Altered States Of America”, datato 2003, dei pazzoidi Agoraphobic Nosebleed: un’uscita che vede ben due CD di pura follia, distorsione e tanta, tanta velocità!
Se questo lavoro aveva affascinato in precedenza, continuerà a meravigliare sia per la nuova grafica che per le bonus track che fanno totalizzare al lavoro ben 40 minuti di durata!

Come in passato il corpo sonoro è sezionato in varie parti: l’introduttiva di ben venti tracce, tre parti centrali denominate, in ordine di riproduzione, “Free Shoko Asahara”, The Twelve Days Of Sodom” e “The Alterated State Of America”, e la finale “Gays And Gays Bashes Holding Each Others Dicks Crying”.
Questi primi venti minuti possono causare una diffusa emorragia celebrale, visto che i ritmi sono serrati e confusionari, le voci allucinate e gli effetti di campionatura angoscianti; la genialità del gruppo sta nel riuscire a far ben sopportare agli ascoltatori l’intero progetto, risultando sì chiassoso ma con metodo, rispettando degli schemi malati di ritmo e producendo un lavoro studiato e paradossalmente omogeneo ed equilibrato.
Ecco la parte più hardcore, più pericolosa.

Il secondo CD: sintesi tra l’insanità degli Agoraphobic e la patologia ritmica pestona dei The Berzerker, in altre parole un G_I_O_I_E_L_L_I_N_O! La sensazione è quella che il loro tipico grind stia evolvendosi verso nuovi lidi e ciò non può far altro che incuriosire chiunque ne sia all’ascolto.

ps.: Non ci si può esimere dal riconoscere una certa sagacia da parte della band per la scelta dei titoli tra cui è bene menzionare: “Marine Pornography (For Whale Cock Skateboards)”, “Group Taking Acid as Considered Conspiracy Against the Government”, “Narcoterrorist Megalomaniac” e tra le new entry vince su tutte “The Future Is Rectal Anarchy”.

Scroll To Top