Home > Zoom > Ale Ruspini: dalla cucina alla vita, il nuovo disco ve lo raccontiamo track by track

Ale Ruspini: dalla cucina alla vita, il nuovo disco ve lo raccontiamo track by track

Si intitola “Alevation” il primo disco di un artista già ricco di gavetta e di collaborazioni. Ale Ruspini decide di convogliare in un’unica opera, questa volta firmata in prima persona, tutto un background di vita e di musica, di incontri e di personali rivoluzioni dai toni spiccatamente pop italiani. Musica leggera come definirebbero i saggi professori. Il singolo di lancio si intitola “Masterscef” e vede la splendida quanto eclettica featuring di Shary. Dietro le quinte della cucina, una vita che diventa e fa diventare.

Ale Rasping, Alevation track by track

Vale La Pena

È una canzone che parla di tutte “le cose che abbiamo in comune…che ci prendono ma non ci cambiano”. Arriviamo sempre al punto di capire se ne vale la pena e se “un attimo ancora vuol dire per sempre”

Chitarre acustiche ed elettriche molto vintage senza suoni distorti e linea di basso che scalda il pezzo.

Solo Per Te

È una canzone molto tirata con un testo pieno di “sguardi”. Inizia con un arpeggio acustico di chitarra e poi diventa cattiva ed intensa.

“Mi hai fregato con il tuo sorriso…mi manca solo di averti vicino, mi manca solo di averti”. L’ arrangiamento e le melodie rendono il pezzo scorrevole e incalzante, le chitarre “tremolo” seguono il testo in ogni parola “gli occhi che girano…sei come il cielo quando arriva il vento, arriva come il silenzio”.

La Nostra Storia

Questa è per la donna che c’è sempre e che segue i passi e che sopporta, che da retta alle pazzie, che accetta ogni spazio e da forza ad ogni idea, che lascia pensare e che capisce ogni reazione ed ogni cambio di umore. Ho sentito dire che chi canta non si dovrebbe sbilanciare troppo sulle emozioni, un po’ come fare finta di non dire per quale squadra si fa il tifo per non perdere fan o sostenitori…beh qui si fa completamente il contrario, chitarre arpeggiate con delay ed atmosfere romantiche in una super ballata

La Stessa Cosa

È una canzone dalle atmosfere dark-rock. “La stessa cosa non è’ mai la stessa…lo stesso posto con il sole cambia e le mie mani sudano di più quando ci sei tu”.

Quante cose, posti, situazioni cambiano pur essendo le stesse solo con uno stato d’animo diverso o una luce diversa…però…

“può cambiare tutto, può cambiare il mondo, ma quello che conta siamo noi due”. Chitarre nervose, programmazioni cercando ispirazione dai grandi Depeche Mode e tanta energia nel sound!

Masterscief

Questa è la canzone più particolare del disco oltre ad esserne il primo singolo .

L’idea è nata girando e notando che negli ultimi anni nei ristoranti si è cominciato più ad immaginare il cibo che a mangiarlo.

Ho coinvolto Shary che con la sua interpretazione ha reso il pezzo ancora più bello ed incalzante.

La canzone è rock, con tanti riferimenti U2 con un ritornello ballabile e cantabile. “Devi stare più attento, devi stare più attento! Puoi cucinare anche le nuvole…ti basta essere masterscief”

Il continuo alternarsi delle due voci è veramente particolare! E non si riesce a stare fermi “Tutti belli, tutti pronti, tutti li seduti e attenti, tutti pronti a cucinare li davanti alla TV”

L’Anima Al Diavolo

È una canzone che parla delle tentazioni e delle “vie facili” che spesso le persone prendono per raggiungere i propri obiettivi.

“Mi piace vincere non partecipare, mi piace correre non stare a guardare…e le occasioni sai non sono lontano, noi siamo qui per allungare la mano “. C’è sempre qualche diavoletto che prova a spingere la tua anima in qualche modo, da qualche parte…”hai dato l’anima al diavolo per respirare un po’?” Alla fine o per sfinimento o per debolezza o per scelta capita di voler ascoltare certe vocine e farci qualche pensierino. Suoni potenti con basso e batteria in evidenza, si arriva al ritornello dove tutto esplode.

Senza Fiato

“Spesso mi sento come una nave in tempesta e con la bocca solo fuori dall’acqua, mi ci vorrebbero le ali se non ci fossi tu”

Rock, rock e ancora rock in questa canzone in cui le chitarre incidono dentro ed il testo è incalzante tanto quanto romantico.

“Oggi il Monte Rosa è quasi bello come te ci guarda da farci piangere…ci sono quattro onde un po’ di vento e la tv non serve perchè c’è il cielo”. Il rapporto con i miei luoghi ed i miei laghi è tremendamente forte, li porto con me ovunque e li sento sempre addosso…

Ti Ho Visto Battere Il Cuore

C’è qualcosa che può andare oltre ogni odio, pregiudizio, barriera, guerra o religione? Si. Solo ed esclusivamente l’amore. Questa canzone è la storia “immaginata” di due innamorati uno cristiano e lei musulmana che si vedono poco, così a distanza si scrivono, si pensano e cercano di vivere il loro amore nel modo più semplice e difficile possibile. “Non ho paura delle strade sterrate, non ho paura dei segreti nascosti ma voglio che mi guardi…” La canzone vive sul riuscire ad abbandonarsi e fidarsi della persona con cui stai passando sopra a tutto…Una canzone tremendamente rock, con un tempo dispari…una bordata. Prima del ritornello arrivano queste parole “Sapresti dirmi se ti è passata la paura? Sapresti dirmi perché ti ho visto battere il cuore?” Un assolo con lo slide pieno di anima chiude il pezzo. Alla fine anche noi nei nostri rapporti abbiamo spesso difficoltà a vedere battere il cuore della nostra anima gemella o a fare battere bene il nostro per paura, per ferite vecchie, per essere troppo coperti..

Buon Natale

La canzone che chiude il disco parlando un giorno particolare e speciale per tutti…ma Natale può essere tutti i giorni. Ai tavoli le persone dovrebbero parlare il più possibile ed i telefonini stare sempre più zitti possibile sotto il muschio del presepe.

“Buon Natale a te…tra le luci o sopra il ghiaccio voglio te”…cChitarre acustiche ed un piano caldissimo per una ballata emozionante.

Voglio Vederti Ballare

Siamo sicuramente in un periodo difficile ma nessun dottore ci ha prescritto che non dobbiamo provare ad essere felici, ad uscire di casa ed essere positivi. “Voglio vederti ballare di fianco a una chiesa o a fare la spesa…salendo su un tetto se piove a dirotto”

Ci vuole un po’ di coraggio per sorridere, per ballare e per stare meglio, dobbiamo solo provare ad avere questa voglia sempre.

Chi ci ha fatto crescere non aveva molto ma sorrideva di più della nostra generazione piena di vizi e lamentele. Possiamo avere il coraggio di scegliere di smettere di piangerci sempre addosso…adesso. “Apri gli occhi, sono qui che ti guardo questa è la nostra canzone niente di più ”

L’Ultima Notte

E se domani fosse veramente l’ultima notte al mondo con chi vorreste passarla sotto le stelle e sotto la luna?

Questa è una canzone rock, con un ritmo molto serrato e deciso in cui le chitarre fanno un lavoro incredibile di anima e grinta. “Ti ho incontrata per caso in mezzo alla gente al mercato, che bella sorpresa…mi avresti trovato anche al buio e anche nella sera”.

Spesso accade di conoscere una persona per caso e di sapere subito che non avrai mai abbastanza tempo per scoprirla tutta e bene. “Abbracciami forte come fosse l’ultima notte, abbracciami forte e non staccarti da me” .È sicuro però che sia in amore che in amicizia quando il tempo non basta mai vuol dire che è’ speso alla grande.

Arrivano Gli Angeli

Sono passati due anni da quando ho perso una delle persone più rock che abbia mai conosciuto nella mia vita…mia nonna.

In questa canzone c’è tutto il rapporto, le cose non dette ma capite e quelle solo pensate…ma sentite…milioni di piccole emozioni racchiuse in pochi minuti. “Quante partite a carte e con le ore, sentivo il tuo calore solo con il cuore…ma sai cosa c’è, che qui dal balcone io vedo solo te…io vedo solo te….”

La canzone è un tributo a lei ed a tutte le persone vecchio stampo che ci hanno dato tanto con poco. Le chitarre hanno suoni che ricordano gli U2 ed anche i muse si aprono in un ritornello molto positivo e potentissimo, per niente triste perché alla fine…

“Come una bianca sorpresa arrivano gli angeli e con tutto il cielo per te…arrivano gli angeli”

Scroll To Top