Home > Zoom > Alessia Luche, “Talent Show” è l’album di debutto raccontato brano per brano

Alessia Luche, “Talent Show” è l’album di debutto raccontato brano per brano

Alessia Luche, giovane interprete brianzola, debutta con Talent Show, disco prodotto dall’etichetta Bazee.

L’album contiene 10 tracce che variano da stile a stile: passando dal funky al jazz. Nove sono i brani inediti che vanno a completarsi con una cover registrata insieme alla cantante ungherese Erika Kertesz. I nove testi delle canzoni inedite sono firmati dal produttore esecutivo dell’album, Eugenio Ciuccetti; le musiche, invece, sono merito di Raffaele Rinciari, Gianluca Borgogno, Francesco Albini, Davide Perra e Gianni Salis. Rinciari e Perra hanno curato anche gli arrangiamenti.

Ad accompagnare l’uscita del disco sono i due videoclip Trasformazioni di Me e At Last.

 

 

Talent Show di Alessia Luche, brano per brano

Io vivo nella musica
La pioggia sull’asfalto, le onde in riva al mare, il volo di un aereo, uno starnuto, un clacson, il frastuono di un temporale. Tutto è musica! Tutta la nostra vita è immersa nella musica. Io vivo nella musica e per la musica. Un po’ come nel pifferaio magico, la musica mi guida nel percorso della vita.

Trasformazioni di me
Un brano che mi racconta, che racconta la mia personalità, la mia voglia di fare e disfare nello stesso tempo. La gioia di vivere, il bisogno di evolversi, la ricerca della propria identità. Quindi curiosità e disponibilità al cambiamento. Mettersi in gioco, sempre e comunque. Per divertirsi. Per emozionarsi. Per crescere.

 
La leggerezza del mattino
Un amore finito che lascia dietro se una scia di amarezza. Una persona ferita che cerca un modo per fingere davanti al mondo un sorriso. Il mattino, forse uno dei momenti più intimi in una coppia, che ogni giorno richiama alla mente un momento in meno passato con la persona amata. Ogni mattina, però, è anche un nuovo inizio. Nuove energie, nuovi progetti, nuove possibilità. Il mattino ha in se una leggerezza che sa di fiducia e libertà. Una leggerezza che significa futuro.

Suppergiù
Un condominio surreale raccontato in modo surreale. Un po’ di follia, un po’ di astrazione. Staccarsi dal mondo e colorarlo con i propri occhi, spesso, è l’unica arma di difesa che abbiamo dalle ansie e dalle contraddizioni del mondo che ci circonda. Invece di lasciarsi inghiottire dalla realtà, riscoprendo l’ironia, il sogno, il gioco.

Amsterdam
Una poesia, un sogno, che emerge da quelle vetrine illuminate di rosso. Saper guardare oltre all’apparenza. Rendersi conto che non solo noi osserviamo gli altri ma anche noi veniamo scrutati. Una canzone immersa in un’atmosfera un po’ vintage, che descrive Amsterdam e la vita dei suoi canali.

Lasciami lo spazio
Influenze blues per un ritmo che trascina. La descrizione di un rapporto d’amore che per dare il meglio di se pretende spazio vitale. Due persone necessarie l’una all’altra ma allo stesso tempo indipendenti. Desiderio di condividere se stessi, senza mai rinunciare alla propria identità.

La gioventù delle idee
Un brano che descrive molto bene ciò che sono. La freschezza tipica della giovinezza. Una giovinezza che però non è solo anagrafica ma piuttosto delle idee. Il bisogno di partire, cercare, scoprire, capire, imparare, sbagliare, confrontarsi, elaborare, scegliere, distinguere, lottare, soffrire, vedere, ascoltare, gioire, pensare. Il bisogno di avere 20 anni e lasciarsi trasportare.

Sono solo due parole
A volte, anche all’interno di una relazione, nascondiamo i nostri veri sentimenti dietro a gesti goffi e contorti giri di parole. Sarebbe molto più semplice saper dire: Ti amo. Le due parole più importanti che l’uomo abbia mai inventato. Insostituibili. Delicate. Coraggiose. Proprio come chi ha la capacità di pronunciarle.

Amori imperfetti
La passione improvvisa che sconvolge la routine quotidiana. Una storia d’amore al di fuori degli schemi e dei cliché. Un istinto che ti coglie senza preavviso. Provare delle emozioni e avere in coraggio, a volte anche l’incoscienza, di viverle significa essere vivi. Significa essere veri.

At last
Parole e note che fanno ormai parte della storia, che attraversano i confini, che conducono i pensieri. Dalle strade di Los Angeles al resto del mondo, ovunque c’è musica, ovunque c’è voglia di cantare. Un portafortuna che mi accompagna da tanti anni e che esprime in tre minuti la parte più vera di me.

Scroll To Top