Home > Recensioni > Alkaline Trio: My Shame Is True
  • Alkaline Trio: My Shame Is True

    Alkaline Trio

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Il solito, grazie

Non conosce crisi il punk-pop a stelle e strisce degli Alkaline Trio, regno di coretti e melodie ad alta godibilità assimilabile poco meno di un’insalatina di stagione.

Il singolo “I Wanna Be A Warhol”, con la sue corde spesse, è uno dei brani più robusti del nuovo album. Matt Skiba si cimenta con l’arcinota prestazione sentimentale e un po’ lamentosa. Problemi e questioni personali sono centrali in tutti i testi. C’è l’inizio prudente con “She Lied To The Fbi” e la dolce ma elettrica “Only Love”. Il ritmo si serra nella parte centrale, raggiunge l’apice con “I, Pessimist” e si allenta verso la fine.

Azzardare che con “My Shame Is True” la band recuperi in freschezza è discorrere di lana caprina: l’album si compra a scatola chiusa da parte degli estimatori, conferma e assesta la band sui territori finora esplorati e offre lo spunto per rinverdire la setlist dei concerti. Divertente, rilassante anche per il sottofondo e non troppo breve.

Pro

Contro

Scroll To Top