Home > Recensioni > Amplifier: The Octopus
  • Amplifier: The Octopus

    Amplifier

    Loudvision:
    Lettori:

Indie prog all’inglese

Seguendo la corrente del nuovo prog rock alternativo di matrice britannica, gli Amplifier, apprezzato trio di Manchester, ritornano dopo un lungo silenzio con un terzo lavoro. Un doppio album che segue un po’ l’esempio dei Porcupine Tree e degli Oceansize, con atmosfere più dilatate e ossessive. I Pink Floyd rivisitati in chiave indie, potremmo dire, se ci consentite l’accostamento.

Rock labirintico, radicalmente progressivo e psichedelico, che tocca momenti di orchestralità ed altri più sporchi ed essenziali. Ma il tutto in grande classe, lotana da un ordine fine a sé stesso.

Una rock opera che poteva essere forse concentrata in un solo CD, per quanto apparentemente ogni traccia sia dotata di un suo indiscutibile fascino. Musica fuori dal tempo e fuori dal comune, che abbraccia quattro decadi di storia del rock.

Pro

Contro

Scroll To Top