Home > Recensioni > Angercore: Time Reveals
  • Angercore: Time Reveals

    Angercore

    Loudvision:
    Lettori:

Tempo rileva talento

Nati dalle ceneri di band punk e hardcore, generi dei quali sostanzialmente vengono mantenuti i tratti, gli italianissimi Angercore si danno ad un rock energico dalle tinte emocore vecchio stile, ispirandosi a band del calibro di Refused, Helmet e Thrice.

Undici brani dal sapore amaro e ben studiati dal punto di vista ritmico: non a caso è la batteria la componente più presente, con i suoi blaster a mo’ di mazzata violenta.
Mai monotematico, il disco si evolve in modo coerente e tecnicamente preciso- eccezion fatta per la pronuncia dei testi in lingua inglese, ancora da curare.
Il post-hardcore si fa sentire nelle voci graffianti che si spingono fino allo screamo quando il movimento raggiunge l’apice emotivo.

Oltre a presentare la propria musica con un album d’esordio ragguardevole, il gruppo stupisce l’ascoltatore con un contenuto speciale all’interno del record stesso, mettendo così in evidenza l’importanza dei formalismi (come del resto fa la cover).
Insomma, trattamento completo.

Pro

Contro

Scroll To Top