Home > Recensioni > Armor For Sleep: What To Do When You Are Dead
  • Armor For Sleep: What To Do When You Are Dead

    Armor For Sleep

    Loudvision:
    Lettori:

A comprehensive guide to your emo(tions)

Giocano sull’attrattiva estetica e su altri spunti di sicuro impatto, gli Armor For Sleep. D’altro canto, allegare ad un artwork così pulito e polite un piccolo libercolo contenente le istruzioni per la nostra vita nell’aldilà, tanto apparentemente buffe quanto in realtà incisivamente toccanti, non può che significare una grande cura per le prime attenzioni da rivolgere ai destinatari di “What To Do When You Are Dead (A Comprehensive Guide To Your Afterlife)”, in verità un album che scende nel profondo per alcuni aspetti di contorno tanto quanto non lo fa dal punto di vista della ricerca musicale. La forte impressione generata dal contesto è confermata in pieno soltanto da alcuni spezzoni da applausi, plateali e di sicuro effetto, sovente frutto di un tappeto strumentale che si diverte ad accalappiare l’ascoltatore in più di un frangente, liberandolo soltanto alla luce del fatto che il cantato, le strutture-canzone e, più in generale, il sound nel suo complesso sono legati a doppia mandata allo stile emo di successo contemporaneo, fin troppo per quello che gli Armor For Sleep promettono e dimostrano di poter dire. Nemmeno per questo si può etichettare l’occasione come sprecata, dato che in un lavoro del genere di perle più o meno grezze ce ne sono da salvare e conservare, in attesa che da un così ricco tripudio di cliché gli Armor For Sleep decidano di tirare fuori quello che sappiamo non vedono l’ora di condividere con noi.

Scroll To Top