Home > Recensioni > Arsis: We Are The Nightmare
  • Arsis: We Are The Nightmare

    Arsis

    Loudvision:
    Lettori:

L’incubo è arrivato!

Gli Arsis sono una di quelle band che non necessiterebbero d’introduzione, dal momento che all’uscita del loro primo album “A Celebration Of Guilt”, nel 2004, le recensioni furono tutte positive e i ragazzi della Virginia godettero di una meritatissima fama. Purtroppo le cose non andarono così bene per il secondo disco, “United In Regret”, che non godeva della freschezza compositiva del predecessore. Ora, dopo aver sistemato qualche problemino interno alla band, gli Arsis si presentano rinvigoriti e in forma con “We Are The Nightmare”, in uscita sotto Nuclear Blast. Il disco è bene o male sulla falsariga dei due precedenti, un death metal molto tecnico e melodico, con blastbeat al fulmicotone e intrecci funambolici di riff di chitarra e basso, il tutto suonato con perizia, precisione e buon gusto. Ciò che forse manca a questo “We Are The Nightmare” per essere veramente un signor disco è una ventata di freschezza in quanto lo stile della band non è cambiato per nulla e sembra di sentire brani provenienti dai lavori precedenti piuttosto che un lavoro compositivo serio ed impegnato. L’ impressione generale è che gli Arsis si siano un po’ “addormentati sugli allori”, continuando a riproporre ciò che ha fatto la loro fortuna senza osare quel passo in più che li potrebbe consacrare nell’ olimpo delle Death Metal Band.

Il disco si assesta comunque su valori artistici e tecnici molto alti, ed è assolutamente consigliato per tutti gli amanti di Morbid Angel, Death, Hate Eternal & co, ma da una band del calibro degli Arsis era lecito aspettarsi qualcosa di più.

Scroll To Top