Home > Recensioni > Atomika Kakato: Old Wave Prophets
  • Atomika Kakato: Old Wave Prophets

    Atomika Kakato

    Loudvision:
    Lettori:

Bzzzz! Risposta sbagliata

Premessa: questo articolo non può fisicamente essere spezzato in una parte iniziale più oggettiva e in una seconda prettamente soggettiva. Capirete udendo il disco.

A noi piacciono le persone piene di inventiva. Ci piace sentire la gente che si butta nelle imprese, anche impossibili, perché crede in ciò che fa. A noi piace che qualcuno voglia riportare in vita il new wave, ma non COSI’.

Di primo acchito, un qualunque mortale penserebbe a uno scherzone; e invece NO, questo disco esiste veramente.
Per carità, bellissima l’atmosfera anni Ottanta che fa rimembrare i Talk Talk o gli Spandau Ballet, passino anche i suoni elettronici alla Ghostbusters.
Però c’è sempre un buon motivo per cambiare mestiere e aprire, per esempio, una SPA.

Non è umanamente possibile cantare in siffatto modo. O almeno, se uno canta realmente così, non si fa produrre. O comunque un produttore non produce il suo lavoro. E anche se si autoproduce, insomma… deve avere un fegato tanto.
Sì, noi recensori siamo cattivissimi e spietati e sicuramente partirà una mega polemica per questa nostra colpa. Però, DAI.

Pro

Contro

Scroll To Top